Basket. Prefabbricati rinnovata. In bocca al Lupo Brindisi.
giovedì 23 agosto 2007

Brindisi, 23 agosto 2007.  E’ una prefabbricati rinnovata nello spirito e negli uomini quella che si presenta  al nastro di partenza della B di Eccellenza. Dopo 4 anni di gestione, il gruppo dirigente della New Basket - Prefabbricati Pugliesi Brindisi, facendo tesoro delle esperienze maturate in questi anni, anni comunque esaltanti che sono serviti a far rinascere una passione sfrenata per il Basket, così come ha voluto giustamente sottolineare il Presidente Corliano’, cambia pelle.


Si respira, intorno alla squadra, un’aria più professionale.  Vice allenatore  a tempo pieno, preparatore atletico a tempo pieno, e tutti con curriculum di tutto rispetto.


Un discorso a parte per Carlo Rinaldi, fortemente voluto da Antonello Corso quale direttore Tecnico e sportivo della squadra.  Abbandonati i ruvidi panni che avevano contraddistinto la prima conferenza stampa della Prefabbricati Pugliesi è stato il vero mattatore del pomeriggio presentando i suoi ragazzi al nutrito gruppo di giornalisti. 


Lo ha fatto quasi con aria da intrattenitore regalando battute e spunti simpatici sulla carriera di ognuno e sottolinenando le sue personali scommesse, da Cardinali a Cardillo e Vetrone da lui fortemente voluti a Brindisi.


I senatori della squadra sono certezze: Prelazzi, Muro, Parente, Plateo, Feliciangeli e Cagnin sono Uomini da sempre al vertice di rendimento della B di Eccellenza.


C’è un’altra, e non di poco conto, nota positiva che ci piace sottolineare: la presenza di tanti giovani brindisini nel rooster: Santoro, Magagnino, Ventruto, Mione e Masi ai quali la società ha voluto regalare una grandissima occasione per mettersi in mostra e soprattutto migliorare. 


Soprattutto Emanuele Magagnino giovane Pivot di Cm 210 potrebbe essere, a fine stagione, se avrà forza e determinazione per arrivare, il grande acquisto della New Basket - Prefabbricati Pugliesi Brindisi. 


 


 


Siamo partiti per una nuova grande avventura. Senza proclami questa volta ma con tanta voglia di fare bene.  In bocca al Lupo Brindisi. 


 Raffaele Mauro.