Nuovo direttivo per la sede comunale della Cia di Brindisi
lunedì 21 gennaio 2008

Brindisi, 21 Gennaio 2008. Nei giorni scorsi presso la sede provinciale della Cia (Confederazione Italiana Agricoltori) di Brindisi  si è tenuto un incontro con produttori locali, aderenti alla stessa organizzazione,  per discutere delle problematiche inerenti il mondo dell’agricoltura sia a carattere generale che più nello specifico a livello locale brindisino. Nel corso dell’incontro, presieduto dal presidente provinciale della Cia Luigi D’Amico, sono stati affrontati i temi della produzione e della commercializzazione con particolare riferimento alle produzione tipiche locali: vino ed ortofrutta. 


Si è discusso, inoltre, della necessità da parte delle aziende agricole di rivolgersi anche alle attività connesse previste dalla legge di orientamento ed in particolare verso la trasformazione e manipolazione delle produzioni aziendali con successiva commercializzazione diretta, per consentire di far rimanere in azienda il valore aggiunto, evitare passaggi inutili e garantire anche il consumatore finale. Da più parti è stata evidenziata la necessità di avere un contatto più diretto e continuo con le istituzioni locali per costruire e consolidare quelle sinergie necessarie per non disperdere le forze ed i finanziamenti necessari a pubblicizzare le produzioni locali e rafforzarne la presenza sui mercati.


Da queste considerazioni è scaturita la necessità di costituire un direttivo provvisorio per la sede comunale di Brindisi della Cia aperto sia al mondo della produzione che della trasformazione e commercializzazione. Di questo organismo direttivo sono entrati a far parte presidenti di cooperative agricole del territorio e rappresentanti di aziende agricole locali. Questi i componenti del direttivo provvisorio della sede comunale della Cia di Brindisi: Cosimo Branca, Umberto Ciola, Francesco De Carlo Chimienti, Salvatore De Luca, Gianpietro  Lillo e Antonio Picoco.


“La costituzione di questo direttivo comunale – spiega il presidente provinciale della Cia di Brindisi Luigi D’Amico - ha l’obiettivo di creare un riferimento sia per le altre aziende e strutture del territorio sia per le istituzioni locali, per consentire ad un comparto come quello agricolo, che se pur in gravi difficoltà, rappresenta sempre e comunque un settore trainante dell’economia locale”.