LETTERA APERTA AI DUE CANDIDATI DEL BALLOTTAGGIO - IDEE DI UN COMUNE EFFICACE, MODERNO E TRASPARENTE
venerdì 7 giugno 2019
La crisi economica che attanaglia il nostro paese non accenna a rallentare il passo e, nonostante molti problemi, possiamo dire che tutte le associazioni del territorio hanno messo in cantiere tante iniziative che hanno contribuito ad alleviare le tante sofferenze riscontrate nei settori economici e sociali del nostro territorio. Per questo associazionismo e volontariato devono essere considerate una ricchezza importante ed il compito dei comuni sarà quello di favorire la collaborazione e la sussidiarietà. 

Le Proloco dovrebbero svolgere la funzione di coordinamento tra le varie associazioni ed essere il centro della promozione del turismo e della cultura, favorendo la circolazione delle informazioni in tutte le frazioni e supportando le iniziative artistico culturali e la valorizzazione del territorio. 

Nel programma comunale una società che non investe sui giovani non ha futuro. Verso le nuove generazioni il comune ha il dovere di attivare indispensabili azioni concrete: 

- Istituzione di uno sportello per il lavoro
- Collaborazione con gli uffici per l’impiego
- Filtro domanda/offerta di lavoro
- Studio sull’occupazione
- Progetti per la soluzione 

TURISMO 
Il nostro comune è ricco di bellezze naturali e storico-artistiche che meritano di essere valorizzate al meglio (è bene qui ricordare il codice dei beni culturali e del paesaggio 22/01/2004 n° 42 che esplicitamente parla di conoscenza, valorizzazione e riqualificazione dei territori). 

SAN BIAGIO, i monti di Ostuni, il parco delle Dune costiere, il parco di Santa Maria D’Agnano, il museo delle Civiltà Preclassiche, le numerose Chiese, i palazzi ottocenteschi le corti rurali e le Masserie fortificate costituiscono infatti una ricchezza culturale invidiabile che, se sfruttata, permetterà la creazione di una vera e propria economia legata alla cultura e al turismo. 

Alcuni strumenti per incentivare l’economia del turismo sono: 

- Gli incentivi alle attività imprenditoriali legate al benessere e alla qualità della vita, dal turismo sostenibile ai servizi per il tempo libero (rivalorizzazione di Pascarosa, del circuito dell’aquedotto, delle ferrovie che collegano Pascarosa, Ceglie, Cisternino, Martina ed Alberobello) ; 
- Lo Stop alla creazione di nuovi centri commerciali e tutela invece dei piccoli negozi e delle botteghe artigiane; 
- Una correlazione tra i comuni del circondario per rendere le nostre città più vivibili e più sicure;
- L’investimento sul recupero e la valorizzazione dei siti storico ambientali (progetto sulla via Micaelica, Traiana e Francigena); 
- L’aiuto ed il sostegno alle produzioni tipiche locali (agricole, vinicole, ortofrutticole e olearie) con particolare attenzione per i prodotti biologici soprattutto per l’olio, fiore all’occhiello per l’agricoltura del territorio; 
- Creazione di una rete tra comuni per valorizzare il turismo sulla costa e all’interno (Creazione del Brand della Valle D’ìtria, attraverso un portale unico); 
- Creazione nuovi parcheggi  e sostegno a cooperative per la gestione di essi. 

Per quanto concerne l’ambiente ed il territorio, il nostro comune è stato oggetto di uno sfruttamento edilizio selvaggio e privo di ogni logica, frutto di una pianificazione caotica e carente volta al soddisfacimento dell’interesse particolare privato a discapito dell’interesse pubblico della comunità. Enormi estensioni di territorio rurale hanno ceduto il posto a capannoni, case ed asfalto sottraendole all’agricoltura alla natura e al paesaggio in maniera sconsiderata ed irragionevole. In definitiva si propone: 

- Un coerente  e scientifico utilizzo del territorio; 
- Recupero del patrimonio edilizio esistente;
- L’edilizia industriale / commerciale, ampiamente sovradimensionata rispetto al reale fabbisogno locale e in molti casi obsoleta, necessita di una coerente riqualificazione (sempre considerando le indicazioni del codice del 2004). 

Per quanto riguarda la cultura, 
- la nostra attenzione deve riguardare soprattutto la biblioteca comunale:
- L’apertura quotidiana compreso il sabato mattina e per almeno un giorno la settimana apertura fino a tardi, rispondendo alle richieste di una utenza spesso delusa ; estensione di connessione wi-fi, realizzazione di un sito della biblioteca che sia interattivo, luogo di discussione e scambio di idee oltre che punto di informazione per i cittadini sui servizi offerti dalla biblioteca;
- Coordinamento di un servizio di volontariato tramite un comitato di gestione della biblioteca;
- Promuovere tutte le attività artistiche: la musica, la danza, il teatro, la pittura, il design presenti nel nostro territorio in una struttura del comune (apertura in tempi brevi della casa della musica);
- Creazione di una figura di coordinatore artistico, un operatore comunale o al servizio del comune che si faccia carico di proporre e realizzare attività artistiche sia per i turisti che per la comunità (laboratori musicali, teatrali, manifestazioni che coinvolgono l’intera cittadinanza);
- Potenziamento in un’ottica di rete del turismo enogastronomico ed itinerari enogastronomici nel territorio della Valle D’Itria.

Questa lettera vuole essere un contributo ai programmi futuri dei due candidati ai quali auguriamo, certi della loro competente sensibilità, una GRANDE AFFERMAZIONE.

Prof.  Domenico Greco,  presidente della pro loco Ostuni Marina