Lettera aperta al Sindaco di Erchie
venerdì 18 gennaio 2008

Erchie, 18 gennaio 2008. Vincenzo Conte, Presidente del circolo di Alleanza Nazionale di Erchie, ha inviato una Lettera  al Sindaco della citta’ di Erchie in riferimento alla  situazione venutasi a creare nell’amministrazione comunale.

Di seguito il testo integrale:


Al Sindaco di Erchie


La Segreteria Politica e l’intero partito di Alleanza Nazionale in tutte le proprie espressioni istituzionali, letto il Suo provvedimento con cui ha revocato la delega di vice-sindaco al dott. Giuseppe Polito, Consigliere Anziano in quanto il più suffragato dei componenti il Consiglio Comunale, professionista stimato e persona notoriamente attiva nel volontariato cattolico del nostro Comune, considerato il tono delle motivazioni con le quali giustifica il provvedimento, esprime il più profondo rammarico e la più netta disapprovazione per le posizioni da Lei assunte riguardo una vicenda tutto sommato soltanto riferitaLe, e quindi suscettibile di ogni precisazione e distinguo.


In effetti, la revoca già di per sé è un provvedimento tanto grave da rendersi necessaria o anche solo opportuna solo in casi di comportamenti moralmente censurabili se non addirittura penalmente perseguibili, salvo che non obbedisca a nuove esigenze politiche o necessità di nuovi assetti dell’organigramma amministrativo.


E, riprendendo l’ultima Sua in ordine di tempo, nella quale Lei afferma di aver fatto un po’ di confusione solo perché voleva che valutazioni personali e –d’accordo con Lei- di inusitata violenza e gravità non fossero di pubblico dominio e specificatamente nella disponibilità del personale dipendente -fatto peraltro già verificatosi e di sua conoscenza- chiedono come possa eventualmente negare –ma non l’ha fatto- la conoscenza di simili fatti ai dipendenti comunali, obbligati dalla Legge alla segretezza, per poi farli raccontare da siti internet, giornali, fannulloni di piazza, ecc.


Chi ha consegnato allo zelante segretario cittadino di Forza Italia la lettera che voleva tenere segreta finanche ai funzionari comunali?


Si renderà ben conto, sig. Sindaco, che se fosse stato Lei personalmente a consegnarla al segretario di F.I., se il tutto non è un’operazione di intelligence, ben difficilmente si potrebbe invocare la buona fede, atteso che gli atteggiamenti caratteriali del segretario di F.I. sono a Lei ben noti, tanto da essere state oggetto di ripetute Sue pubbliche valutazioni in un passato assai recente, di Sue scelte conseguenti, di ben note polemiche anch’esse consegnate agli onori della cronaca, soprattutto scritta.


Sig. Sindaco, Alleanza Nazionale ha sostenuto con lealtà e impegno la Sua candidatura e la Sua elezione alla poltrona di Primo Cittadino, e non vuole assolutamente doversi ricredere delle proprie scelte, disponibile a considerare ancora certi atteggiamenti, sicuramente sbagliati, il prezzo da pagare alla novità del ruolo cui difficilmente si arriva del tutto ben preparati.


Alleanza Nazionale vuole poter presentarsi alla scadenza elettorale naturale dicendo ai propri elettori e al paese intero di non aver sbagliato neanche stavolta. Alleanza Nazionale vuole poter essere orgogliosa del proprio Sindaco non solo perché, come abbondantemente ripetuto in campagna elettorale, bravo ragazzo e uomo onesto, ma anche perché buon amministratore, uomo saggio e punto di riferimento dell’intera Comunità Ercolana.


Alleanza Nazionale si aspetta da Lei, Sig. Sindaco, una riflessione su quanto ha scritto di una persona per bene, di un valente professionista. Alleanza Nazionale si aspetta da lei, Sig. Sindaco, una presa di posizione chiara, autorevole, severa, nei confronti del segretario di F.I., pretendendone le scuse pubbliche per quel che ha fatto a danno del dott. Polito, a danno di Alleanza Nazionale, a danno del Sindaco di Erchie.


Perché, sig. Sindaco, il muscoloso segretario di F.I. in alcuni momenti della sua delirante comunicazione pare dimenticare che il sindaco di Erchie, per quanto quasi omonimo, non è Paride Margheriti, né il segretario di Forza Italia, ma Giuseppe Margheriti –sarà perché forse non l’ha votato e sicuramente non l’ha sostenuto?-


Il superbo giovane comunque non deve aver grande opinione di quanto fin qui svolto dalla Sua amministrazione, Sig. Sindaco, se comunica al mondo intero che “il corretto funzionamento della macchina politico-amministrativa” è paralizzata.


Alleanza Nazionale crede che, soprattutto grazie alla pazienza e comprensione che sta dimostrando ancora oggi, ci siano gli spazi, le opportunità, i modi, ma soprattutto la necessità, di riprendere il controllo di una situazione incresciosa ma non definitivamente compromessa. Alleanza Nazionale crede che tutto questo sia possibile senza mortificare la dignità delle persone coinvolte, ma soprattutto la Sua dignità, Sig. Sindaco.


Alleanza Nazionale crede che ripensare i propri comportamenti, adeguarli ad una visione più distaccata e globale degli avvenimenti, appartenga ai forti, agli uomini onesti, alle persone affidabili. Alleanza Nazionale crede ancora nella Sua capacità di interpretare la figura di Sindaco di questa comunità, di uomo super-partes che invece di guardare al suo passato di militante di partito sappia interpretare il proprio presente di figura istituzionale garante di tutte le forze politiche.


In attesa delle Sue iniziative in  questo senso, che certamente non mancheranno, certi che non Le occorrerà molto tempo per attuarle, gli assessori di Alleanza Nazionale, d’intesa con la Segreteria Politica, si auto-sospendono dalle attività dell’Esecutivo.
Accetti intanto i sempre sinceri saluti.


Erchie, 18 gennaio 2008


Il Presidente  


(Vincenzo Conte)