Brindisi. Sviluppo del territorio provinciale. Incontro tra il presidente Riccardo Rossi con Confindustria, Sindacati e CNA
venerdì 7 dicembre 2018
Si è tenuto, presso l’Ufficio di Presidenza della Provincia di Brindisi, un incontro tra il Presidente della Provincia, Riccardo Rossi, e Confindustria Brindisi, i sindacati confederali CGIl, CISL e UIL, e CNA. 

E’ stata l’occasione per un proficuo scambio di idee e di opinioni sul futuro da dare al territorio brindisino, in considerazione che è arrivato il momento, che non si può più rimandare, di ragionare di squadra, avendo ben fissato l’obiettivo comune di iniziare a pianificare una adeguata strategia di sviluppo. 

E, in tal senso, la Provincia di Brindisi è l’Ente che è stato considerato da tutti gli intervenuti quale migliore punto di raccordo tra le varie istanze che il territorio si sente di proporre. Tanti i tempi affrontati ed efficace è stato il dialogo tra le parti. 

“Come primo passo da compiere – ha dichiarato il presidente Rossi - si è deciso di avere e perseguire una visione comune con  obiettivi comuni per il bene del nostro territorio. Ringrazio tutti gli intervenuti attorno a questo tavolo e a tale iniziativa si potrà dare continuità periodica nel corso dei prossimi mesi. Il modello di sviluppo che si può ipotizzare può basarsi su vari segmenti e può coinvolgere vari settori dell’economia del territorio. Io ritengo che il primo punto da cui far partire il nostro percorso condiviso sia la richiesta di un ‘Patto per Brindisi’, coinvolgendo Governo e Regione. 

In sostanza, ci si può confrontare con le grandi aziende del territorio, sia quelle di Stato che le private, per comprendere e ricevere i loro nuovi piani di investimento e capire come Governo e Regione li possano sostenere.

Vogliamo insieme a Governo e Regione arrivare ad un ‘Patto per Brindisi’, che, partendo da investimenti in nuovi piani di sviluppo e tecnologie nel settore industriale, nel potenziamento delle nostre infrastrutture, Porto, Aeroporto, Cittadella della Ricerca, e le bonifiche del territorio, possa avviare un percorso di sviluppo sostenibile il per il nostro territorio”.