Fermiamo il carbone, sta uccidendo Brindisi!
giovedì 17 gennaio 2008

Brindisi, 17 gennaio 2008.  Ogni protesta contro il sistema energetico per ridurre il consumo di carbone è buona, è necessaria, è legittima, è sacrosanta.


Se la politica è sorda o incapace nel tradurre e portare avanti le istanze dei cittadini è ovvio che non si può assistere impotenti al perdurare di una situazione che si aggrava sempre di più. E’ quindi compito della popolazione, e dei movimenti espressi, colmare questa lacuna, supportare le istituzioni (come la Provincia di Brindisi e alcune amministrazioni comunali) che perseguono questa civile rivendicazione.


Dalla lontana raccolta di firme per l’indizione di un referendum (contro l’uso del carbone e per la chiusura della centrale Brindisi Nord) ad oggi nulla è cambiato, anzi le cose sono soltanto peggiorate. Occorre ritornare in piazza a manifestare il proprio sdegno, il proprio dissenso, la ferma volontà di cambiare il futuro di questo territorio e di rendere possibile un altro e più sostenibile sviluppo.


Il 19 Gennaio, a Torchiarolo, NO COKE BRINDISI sarà al fianco delle istituzioni e dei cittadini che parteciperanno contro Enel ed Edipower, contro quel sistema perverso che penalizza il territorio per interessi di parte, e che invece vengono contrabbandati come interessi nazionali.