Gli studenti riaffermano la libertà di espressione in Università
giovedì 17 gennaio 2008

Roma, 17 gennaio 2008.  Il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari (CNSU), organo di rappresentanza studentesca del Ministero dell’Università e della Ricerca, nella seduta odierna ha condannato le modalità violente e pretestuose delle contestazioni che hanno coinvolto un esiguo numero di docenti e studenti a causa dei quali non è stata garantita la sicurezza e la piena libertà di espressione del Santo Padre.


Il CNSU manifesta il rammarico della quasi totalità degli studenti che avrebbe quantomeno rispettosamente accolto il Sommo Pontefice al quale esprime viva solidarietà. Il Presidente, Diego Celli, dichiara: ”Il CNSU non può tacere di fronte alle contestazioni di questi giorni che hanno messo in discussione il valore laico dell’Università come luogo privilegiato di confronto appassionato e leale”.