Orgoglio Cattolico: abroghiamo la 194
giovedì 17 gennaio 2008

Brindisi, 17 gennaio 2008. L’arroganza e la prevaricazione dei nemici della Vera Fede rivelata da NS Gesù Cristo incarnatosi nel seno della Vergine Maria, sta facendo proselitismo e procurando danni all’Italia. Italia che con Roma, faro della Cattolicità per il mondo intero, rischia di avviarsi verso quell’apostasia già profetizzata nell’Apocalisse. Laicismo estremista, degrado morale e spirituale, relativismo etico e religioso, modernismo infiltratosi sin sotto il Trono di Pietro, rappresentano i nemici da affrontare e combattere con le armi della preghiera e della devozione al Sacro Cuore di Gesù.


Il vergognoso affronto riservato al Pontefice da una cricca di violenti estremisti dell’ateismo militante hanno offeso la dignità dei Cattolici innanzi al mondo intero. E’ giunta l’ora di rivendicare chiaro e forte l’Orgoglio di definirsi Cattolici, pubblicamente ed ufficialmente perché le nazioni riconoscano in Gesù Cristo l’unico Re, Giudice e Legislatore.


Per questo chiamiamo a raccolta tutti i Cattolici ad una nuova e necessaria Crociata per giungere all’abrogazione immediata della vergognosa ed omicida legge 194/78 che, nata con premesse fasulle nell’iniquità e nel peccato, ha mostrato sin da subito il suo vero volto diabolico e luciferino. In nome della democrazia umana, si sono sacrificati, mediante omicidio rituale, più di 3 milioni di bambini con la complicità dello stato, delle sue strutture sanitarie, della stampa, della televisione e della politica. Più di 3 milioni di vittime innocenti il cui grido di dolore merita di essere ascoltato. Più di 3 milioni di corpi smembrati e dilaniati da assassini in camice bianco, falsi angeli e veri portatori di morte.


Per questo il 25 di ogni mese famiglie cattoliche che hanno dato vita a questa comunità umana, si riuniranno spontaneamente davanti le cliniche che praticano l’omicidio-aborto per recitare il Santo Rosario affinché, attraverso l’intercessione della Madre di Cristo, vero Dio ed unico Salvatore, si possa porre fine questa pratica macabra ed omicida. Il 25 di ogni mese affinché possa essere Natale 12 mesi l’anno. Un Natale perenne dell’anima offuscato e minacciato dalle tenebre che saranno vinte solo dalla Luce del Signore.


Per il nucleo della Terra di Bari, l’appuntamento è per venerdì 25 gennaio alle ore 09.00 davanti l’ingresso principale del Policlinico armati di Fede, Speranza e Carità.


“In lui era la vita e la vita era la luce degli uomini; la luce splende nelle tenebre, ma le tenebre non l’hanno accolta”.


 
Bari, 17 gennaio 2008 A. D.


Rodolfo Frassanito - Responsabile del Nucleo della Terra di Bari