Progetto formativo ”Sviluppo locale e programmazione negoziata”,
giovedì 17 gennaio 2008

Brindisi, 17 gennaio 2008.  “Sviluppo locale e programmazione negoziata”: a Roma presentazione di un progetto formativo attuato dall’Associazione PROFETA di Brindisi


 
Sabato 19 gennaio 2008 si svolgerà - presso la prestigiosa sede della LUISS – Guido Carli di Roma - l’evento finale e la presentazione dei  risultati relativi al progetto formativo  “Sviluppo locale e programmazione negoziata”, destinato a n. 25 tra dirigenti e funzionari del Comune di Brindisi  [finanziato nell’ambito del POR PUGLIA 2000-2006 e riferito alla mis. 4.20 a) – Avviso n.3/2006] e  realizzato dall’Associazione Profeta, ente di formazione accreditato presso la Regione Puglia, in collaborazione con la LUISS Business School di Roma,  Confindustria  Brindisi ed il Comune di Brindisi.


Dopo i saluti introduttivi di  Franco Fontana (Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese presso la Luiss Guido Carli e Direttore della Luiss Business School), Nicola Calisi (Presidente Associazione Profeta), e Paolo Ghelardoni (Presidente Giovani Imprenditori Confindustria Brindisi), si terrà una tavola rotonda dal titolo “Sviluppo locale e risorse culturali ed economiche del territorio” . Al dibattito parteciperanno Gianluigi Guido, docente presso la Facoltà di Economia della LUISS di Roma e dell’Università di Lecce, Angelo Guarini, direttore di Confindustria  Brindisi, e  Paolo Chiantera, Vice Sindaco del Comune di Brindisi.
 
Il  progetto, che sarà presentato da  Cataldo Lolli, direttore del corso, ha avuto una durata complessiva di 222 ore, di cui n. 150 ore di attività formativa in aula  e n. 72 ore di project work, svolte presso le sedi del Comune di Brindisi e  di Confindustria Brindisi.



La fase teorica ha previsto la pianificazione di moduli didattici specifici, con l’obiettivo di trasferire ai dirigenti e funzionari coinvolti le necessarie conoscenze dei processi di gestione delle politiche e delle iniziative di programmazione negoziata e di sviluppo locale.


In particolare, il percorso formativo ha approfondito diverse macroaree didattiche, quali le politiche europee per lo sviluppo locale, l’internazionalizzazione dei processi di sviluppo locale, il marketing territoriale, l’analisi dei sistemi organizzati  e delle politiche pubbliche, la comunicazione pubblica.


La fase di  project work  ha costituito un momento fondamentale di verifica delle conoscenze acquisite, consentendo ai partecipanti di analizzare nel dettaglio e sperimentare praticamente alcune delle tematiche affrontate.
 
I partecipanti al corso hanno prodotto un elaborato che sarà illustrato e discusso durante lo svolgimento dell’esame finale, alla presenza della commissione formata dagli esperti che hanno affiancato i partecipanti durante la fase didattica. Successivamente saranno consegnati gli attestati di frequenza da parte delle autorità della Regione Puglia.
 
Nello specifico la fase specialistica del project work ha elaborato la proposta di costituzione di un consorzio (ente di diritto pubblico a cui potranno partecipare numerosi enti locali) denominato “FONTE GRANDE”, con funzioni di orientamento sul territorio per lo sviluppo sostenibile e con la finalità precipua di svolgere il ruolo di Istituto per lo sviluppo e la promozione del territorio.