Progetto di ricerca per la tutela dei bambini Down e delle loro famiglie
giovedì 10 luglio 2008

L’Unità Operativa di Neonatologia dell’Ospedale Perrino di Brindisi fa parte del team di lavoro impegnato nella ricerca denominata “Integrazione processi Terapeutici Psico-Socio-Sanitari per tutela bambini Down e loro famiglie (TePS-Down)”, coordinata proprio da Giuseppe Latini, direttore della Divisione di Neonatologia di Brindisi e per gli interventi psicologici da Maria Grazia Foschino Barbaro, Responsabile del Servizio di Psicologia dell’Ospedale Pediatrico “Giovanni XXIII”, A.O. Policlinico di Bari.


Attraverso questa ricerca, finanziata dal Ministero della Salute e dalla Regione Puglia, si vuole verificare una procedura di diagnosi prenatale non invasiva e realizzare un programma psicologico di intervento precoce di supporto alla genitorialità.


La ricerca, inoltre, intende sperimentare un modello assistenziale di integrazione socio-sanitaria ospedaliera per favorire l’accesso delle famiglie ai servizi offerti. La metodologia e le azioni in corso saranno presentate nel corso di una conferenza stampa che si terrà domani, venerdì 11 luglio, alle ore 11.00 presso la Sala Consiliare Direzione Generale dell’Ospedale Pediatrico “Giovanni XXIII” di Bari (Palazzina Alpi - parcheggio dell’Ospedale).


Alla conferenza, oltre all’Assessore alle Politiche della Salute della Regione Puglia e ai responsabili scientifici delle Unità Operative coinvolte nel progetto parteciperanno le associazioni di tutela, gli ordini professionali, le società scientifiche e le associazioni di operatori del settore.