Ostuni Capitale italiana della Cultura 2018 -Svolto il convegno sul tema: “OSTUNI PONTE TRA LE GENERAZIONI DI UN'ITALIA CHE CAMBIA”.
domenica 13 novembre 2016
Si è svolto domenica mattina a Ostuni, presso una affollata biblioteca comunale e nell'ambito delle manifestazioni a sostegno della candidatura di Ostuni a Capitale italiana della Cultura 2018,  il Convegno sul tema:  “OSTUNI PONTE TRA LE GENERAZIONI DI UN'ITALIA CHE CAMBIA”. 

di seguito il discorso introduttivo tenuto del Presidente della Pro Loco Ostuni, Associazione promotrice della iniziativa: 

Oggi ho ricevuto un grande regalo, uno dei regali più importanti della mia vita: "LA VOSTRA PRESENZA". 
GRAZIE, MILLE VOLTE GRAZIE. La vostra presenza mi riempie di gioia e se siete qui è perché volete bene ad Ostuni, al nostro territorio.

La cultura oggi ci ha permesso di mettere insieme tante associazioni ed enti istituzionali e non solo i settori della cultura, ma anche quelli del turismo, i settori del design e delle arti creative: lavoriamo insieme per fare un prodotto migliore, ognuno nei propri ambiti e connettendoli tra di loro.  Condividere Ostuni capitale italiana della cultura 2018 significherà far crescere il PIL della Puglia e se cresce l'economia regionale significa che vogliamo materialmente fare una politica verso i giovani in maniera tale che possano lavorare nel nostro territorio preservando e valorizzando la loro Cultura, perché loro ne saranno i futuri depositari. La politica culturale per un territorio come quello del nostro Comune deve essere uno degli strumenti principali di sviluppo, di attrazione turistica e di investimenti. Rilanciamo Ostuni e facciamone una "CITTÀ DELLE OPPORTUNITÀ". 

La cultura genera importanti ricadute sugli aspetti economici ed occupazionali, mettendo in rilievo il valore dell'attività culturale ed il suo specifico apporto alla coesione sociale, all'identità regionale ed allo sviluppo della collettività nel contesto urbano. Non ci serve una cultura elitaria, ma ci serve che tutti i giorni ad Ostuni ci sia "CULTURA ". Ostuni e tutto il territorio può moltiplicare i posti di lavoro legati allo sviluppo della Cultura e spero che da oggi tutti i politici presenti si prendano a cuore questo impegno.  Io oggi sono veramente emozionato e voglio anch'io farvi un GRANDE REGALO, voglio ricambiare la vostra riconoscenza.

Da oggi vi consegno "Ostuni Capitale Italiana della Cultura 2018", sarete voi gli artefici della realizzazione del "GRANDE SOGNO", ognuno di voi darà il proprio contributo e la sommatoria di tutti questi sforzi ci darà un Grande Risultato e non si tratta solo di entrare o meno nella short list dei 10 . La Proloco Ostuni non vuole limitare l'attività ad Ostuni Capitale Italiana della Cultura 2018. Comunque vada una Comunità che lavora insieme è sempre un successo, il vero GRANDE SOGNO è un altro e più importante. Abbiamo messo in moto l'intera comunità del territorio per una causa ancora più nobile e cioè la realizzazione di un'impresa  formativa simulata per stage e percorsi di Alternanza Scuola/lavoro e con strutture alberghiere di tutto il territorio. L'alternanza Scuola lavoro oggi è il problema di tutte le Scuole D'Italia. 

I Dirigenti Scolastici avranno questo grande problema. Con la 107/2015 per ogni singolo studente dovrà essere previsto un periodo dì alternanza a partire dal terzo anno (400 ore per gli Istituti tecnici e professionali, 200 per i licei). Noi possiamo risolvere IL PROBLEMA ai D.S. che potranno sostituire la classica gita scolastica con una settimana di alternanza nei nostri alberghi e nelle nostre strutture alberghiere. Si parla tanto di destagionalizzare  il turismo, ecco noi stiamo offrendo al territorio UNA GRANDE OPPORTUNITÀ e vogliamo insieme a tutti voi costruire LA CITTÀ DELLE OPPORTUNITÀ.
Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme è un successo.

Grazie ancora ed un abbraccio a tutti voi.