Spari al dormitorio di Via Provinciale San Vito
martedì 23 agosto 2016
Via Provinciale San Vito, ore 23.00 circa di ieri 22 agosto, gli ospiti e gli operatori sentono dei colpi di arma da fuoco contro l’edificio adibito a dormitorio. Pare che due indivudui a bordo di una moto abbiano raggiunto l’edificio e abbiano esploso due colpi di arma da fuoco che,  fortunatamente non hanno raggiunto gli ospiti e gli operatori della cooperativa “ Città dei servizi”. All’interno del dormitorio brindisino attualmente vi sono circa 200 ospiti a fronte degli 80 previsti, ovviamente un tale esubero comporta precarie condizioni di vita all’interno dello stesso, “pare di vedere una succursale delle famose favelas brasiliane” giusto per citare una frase espressa da un turista che ha visitato la città a bordo del pulmann a due piani. Varie le ragione da esaminare alla base del deprecabile gesto, qualunque esse siano, da quelle tipicamente malavitose per il predominio del territorio; a quelle di intolleranza, anche se in una cittadina come la nostra che da sempre vanta, con comprovato motivo, una forte tradizione d’accoglienza parlare di intollerenza sembra essere azzardato. Immediato l’intervento delle Forze dell’Ordine che indagano sull’accaduto. 

AGGIORAMENTO alle ore 13,30

Le istituzioni brindisine non perdono tempo. E' in corso in Prefettura un vertice del Comitato per l'ordine e la sicurezza, al quale partecipano  il Prefetto Annunziato Varde' e dirigenti, rappresentanti delle forze dell'ordine, l'amministrazione comunale rappresentata dall'assessore ai Lavori Pubblici Salvatore Brigante che in questi giorni sostituisce praticamente la Sindaca Angela Carluccio attualmente in ferie.


Di Francesca Totleben
Foto di Alessandro Muccio