Emergenza rifiuti. Esito dell'Assemblea dei Sindaci
mercoledì 20 luglio 2016
L’Assemblea dei Sindaci, presieduta da Maurizio Bruno, riunitasi nella giornata di ieri per discutere dell’emergenza relativa alla gestione dei rifiuti urbani prodotti nel territorio brindisino, ha approvato all’unanimità un ordine del giorno da portare a Bari, nell’incontro di venerdì pomeriggio con il Governatore della Puglia, Michele Emiliano. In quell’occasione, tra l’altro, i sindaci indosseranno la fascia tricolore. Prima dell’approvazione dell’ordine del giorno, il sindaco di S. Pancrazio Salentino, Salvatore Ripa, in quanto consigliere provinciale delegato all’Ambiente, ha relazionato sull’argomento. Nello specifico, il documento approvato dall’assemblea dei Sindaci:

- auspica un intervento della Regione Puglia, facendosi carico dei maggiori costi che i Comuni della Provincia sosterranno per il trasporto ed il ristoro ambientale presso gli impianti di smaltimento ubicati nella Regione Emilia Romagna, conseguente alla contingente emergenza.

- impegna la Regione Puglia affinché si adoperi fattivamente al fine di consentire la piena disponibilità di tutti gli impianti presenti sul territorio provinciale per il ripristino della ordinarietà del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti con particolare riferimento e, allo scopo, auspica che il Commissario Straordinario individuato dalla Regione Puglia in sostituzione dell’ex ATO BR/1, attivi con urgenza ogni iniziativa utile e necessaria per garantire l’adeguamento ed il riavvio degli impianti pubblici a servizio dei Comuni della Provincia di Brindisi quali discarica di Autigno, impianto di compostaggio e di selezione e biostabilizzazione presenti nella zona ASI di Brindisi;

- sollecita la Regione Puglia ad una immediata programmazione impiantistica che consenta al territorio una ottimale e continua gestione del servizio nel pieno rispetto dell’ambiente; allo scopo, si propone, di attivare con urgenza un tavolo tecnico-istituzionale per definire procedure accelerate e certe finalizzate alla realizzazione di uno o massimo due impianti per il trattamento della frazione organica dei RSU di titolarità pubblica;

- dà atto che i Sindaci del territorio danno, sin da ora, piena disponibilità per la localizzazione di nuovi impianti che saranno previsti nella nuova programmazione in corso di definizione con il nuovo disegno di legge all’esame degli Organi competenti;

- dà atto che i Sindaci della provincia di Brindisi si recheranno a Bari, presso la Regione Puglia, il prossimo venerdì 22 luglio, indossando la fascia tricolore, al fine di manifestare al Presidente lo stato di estremo disagio delle popolazioni residenti con riferimento alla situazione che vede il prospettarsi di un cospicuo aumento della tassa dei rifiuti da applicare ai cittadini in mancanza di un intervento della Regione.
 
 
mercoledì 24 luglio 2024
SAN VITO DEI NORMANNI - Erika Fornaro, 36 anni, originaria di San Vito dei Normanni, sarà l'unica rappresentante italiana nel ruolo di arbitro internazionale di Taekwondo alle Olimpiadi di Parigi. Dal 7 al 10 agosto, ...
mercoledì 24 luglio 2024
"Le politiche messe in campo dalla Regione Puglia in questi ultimi anni sul tema dell’attrazione degli investimenti rischiano di essere compromesse da una politica nazionale miope che, pur di accentrare potere, ha smantellato un ...
mercoledì 24 luglio 2024
Il Partito Democratico di Brindisi esprime profonda delusione e preoccupazione per la gestione dell’amministrazione comunale riguardo al programma estivo degli eventi. Mentre realtà vicine hanno saputo attrarre visitatori ...
mercoledì 24 luglio 2024
  FASANO - A partire da mercoledì 24 luglio sarà possibile effettuare l’iscrizione al servizio di refezione scolastica per tutti gli alunni frequentanti le scuole dell’infanzia e primaria, a tempo pieno, del ...
mercoledì 24 luglio 2024
Si chiude con un saldo positivo per 566 unità il II trimestre 2024 per le imprese delle province di Brindisi e Taranto. Circostanza confortante, dopo i risultati non buoni dei primi tre mesi dell’anno in corso, ma resta il ...