Chiusura dei centri trasfusionali di Ostuni e Francavilla Fontana , Zizza interroga il Ministro alla Salute: “Troppi disagi per i cittadini, con la salute non si scherza”
giovedì 14 luglio 2016
Chiusura dei centri trasfusionali di Ostuni e Francavilla Fontana, Zizza interroga il Ministro alla Salute: “Troppi disagi per i cittadini, con la salute non si scherza”

Centri trasfusionali chiusi a Francavilla Fontana ed Ostuni perché sotto organico, il senatore Vittorio Zizza dei Conservatori e Riformisti interroga il Ministro alla Salute : “ Troppi disagi per i cittadini, con la salute non si scherza”.

Le  Unità Raccolta Fissa di Francavilla Fontana ed Ostuni sono chiuse da diversi mesi per mancanza di personale medico, obbligando così i donatori volontari della città di Ostuni a percorrere oltre sessanta chilometri per recarsi ai centri di Brindisi e Martina Franca. 

“Ad oggi un grande lavoro - aggiunge Zizza- viene svolto dall’Associazione AVIS di Ostuniche  opera sul territorio da oltre un trentennio garantendo la media annua di oltre 1000 sacche di sangue, che sommate alle altre sacche raccolte in provincia (circa 13.000) soddisfano il fabbisogno dell’intera comunità brindisina per quasi il novanta per cento. Ma questo impegno viene vanificato se poi i centri di raccolta restano chiusi”.

Il Direttore Generale della ASL di Brindisi, Giuseppe Pasqualone, ed il Direttore del Centro Trasfusionale,  FranscesoCucci, in diverse occasioni avevano garantito l’assunzione di due medici con decorrenza dapprima dal 01 luglio e successivamente dal 09 luglio affinché venissero riaperte le Unità Raccolta Fissa di sangue di Ostuni e Francavilla Fontana, oltre a garantire un migliore servizio al Trasfusionale di Brindisi. 

“I centri trasfusionali di Ostuni e Francavilla Fontana ad oggi sono  ancora chiusi- sottolinea il senatore dei CoR-  mi chiedo se il Ministro sia a conoscenza di questa situazione e delle conseguenti ricadute sulla cittadinanza ma soprattutto mi chiedo quali misure  intenda adottare al fine di garantire il servizio di raccolta sangue tanto nella città di Ostuni  quanto quella di Francavilla Fontana e quali provvedimenti intenderà intraprendere per porre fine ai disagi che la chiusura di questi centri trasfusionali sta recando ai cittadini”.