Torre Guaceto. La Regione Puglia finanzierà il piano per il riuso dei reflui
mercoledì 29 giugno 2016
Si è tenuto presso la sede della Regione Puglia il primo tavolo tecnico sul piano per il riutilizzo delle acque depurate provenienti dall’impianto consortile di Bufalaria che attualmente vengono sversate all’interno del Canale Reale di Torre Guaceto.

Hanno partecipato all’incontro i vertici del Consorzio di Gestione della Riserva, Comune di Carovigno, Provincia di Brindisi, Acquedotto Pugliese, Arneo ed il Servizio Acque regionale. Presentato a maggio dal Consorzio e sottoposto oggi per la prima volta ad una verifica tecnica, il progetto è stato approvato dai dirigenti regionali i quali si sono detti pronti a finanziare gli interventi necessari per porre fine allo scarico dell’impianto di depurazione in Riserva e permettere che le acque vengano riutilizzate in agricoltura.

Secondo i calcoli, sono circa 4 milioni i metri cubi di acqua che viene affinata ogni anno. Dallo studio di settore che si è fatto, in base alle colture praticate in Riserva, il fabbisogno irriguo annuo è pari a 2.500mila metri cubi. Pertanto l’acqua affinata proveniente dal depuratore soddisfa e supera abbondantemente il quantitativo di cui necessitano le coltivazioni. 

Infatti, come suggerito durante l’incontro dall’assessore del Comune di Carovigno, Mara Brandi, i reflui in esubero potrebbero essere utilizzati per approvvigionare le aree limitrofe alla Riserva.    Ma non solo. Essendo carichi di azoto, l’uso di questi reflui comporterebbe grossi vantaggi per gli operatori del settore che non avrebbero più la necessità di apportare concimi azotati alle colture e, mettendo gli agricoltori nelle condizioni di non attingere più ai propri pozzi per il fornimento dell’acqua, la buona pratica permetterebbe di eliminare il problema inerente l’aumento del cuneo salino della falda.  

Registrato l’interesse della Regione per il riutilizzo delle acque e la tutela della zona umida di Torre Guaceto, ora il Consorzio dovrà individuare le reti idriche già presenti in Riserva per il cui collettamento all’impianto per la distribuzione verrà stanziato il finanziamento regionale. Entusiasta del risultato ottenuto, il presidente del Consorzio di Torre Guaceto, l’ingegnere Vincenzo Epifani, nei prossimi giorni incontrerà gli agricoltori della Riserva, come già fatto lo scorso febbraio al fine di registrarne le necessità in merito al tema in questione, e traccerà il profilo della rete idrica già esistente nell’area di pertinenza.    
giovedì 13 giugno 2024
Il Santo Padre Francesco parteciperà al vertice del G7, che si terrà a Borgo Egnazia, in provincia di Brindisi, venerdì 14 giugno 2024. Programma dettagliato della giornata: - Ore 11.00: Decollo dall’eliporto ...
giovedì 13 giugno 2024
Alfonso Belfiore, in qualità di Presidente del Lions Club Fasano, con una lettera recapitata al Presidente del Consiglio dei Ministri, Giorgia Meloni, ha trasmesso un messaggio ai Capi di Stato e di Governo che si riuniscono in ...
giovedì 13 giugno 2024
Il Presidente Emiliano alla celebrazione del trentennale della base ONU di Brindisi con il Segretario Generale ONU  Guterres e il Ministro Tajani, propone di istituire in Puglia un ufficio delle Nazioni Unite per la cura dei bambini ...
giovedì 13 giugno 2024
- Tra le peculiarità: info-point oncologico e contrasto alle discriminazioni per orientamento sessuale - Il Consorzio ATS BR4 ha approvato il nuovo Piano di Zona, ieri nell’aula consiliare del Comune di Mesagne la firma del ...
giovedì 13 giugno 2024
- Evento in programma martedì 18 giugno nell’ex convento delle Scuole Pie - BRINDISI - Galattica - Rete Giovani Puglia è la nuova iniziativa della Regione Puglia, a cura della Sezione Politiche Giovanili e di ARTI ...