Rossi: Emiliano deve delle risposte su Università, Rifiuti e Porto
mercoledì 11 maggio 2016
Università, Rifiuti e Porto sono da tempo tre grandi problemi che possono trovare soluzioni solo attraverso il rapido intervento della Regione Puglia. Il Presidente Emiliano non può più sottrarsi dal dare risposte alla Città di Brindisi che perdendo l’Università e la gestione del Porto perderebbe due importanti volani per un modello di sviluppo nuovo sempre inseguito e mai raggiunto. Così come Emiliano Presidente della Regione, nonché commissario dell’OGA e dell’Ambito, deve scongiurare una emergenza rifiuti individuando una nuova azienda per la raccolta dei rifiuti e stanziando i fondi per la messa in sicurezza e bonifica della discarica di Autigno e per la realizzazione dei nuovi impianti per il trattamento dei rifiuti.  Siamo quindi dinanzi ad un bivio, occorrono risposte ed atti concreti che portino alla soluzione di questi problemi fondamentali per il futuro di Brindisi.

Chiediamo quindi che entro il 19 maggio la Regione, così come richiesto dall’Università del Salento, provveda ad uno stanziamento straordinario di 400.000 euro per consentire anche per il prossimo anno l’attivazione del corso di Laurea in Ingegneria Industriale.  Chiediamo sempre ad Emiliano di intervenire per scongiurare la forte penalizzazione che il nostro porto riceve con la riforma in materia di portualità con la quale si è passati, grazie alle spinte localistiche di Bari, dall’Autorità unica pugliese all’individuazione di due Autorità di Taranto e Bari con il porto di Brindisi accorpato con quello di Bari. Possiamo ancora evitare che il Porto di Brindisi venga accorpato con quello di Bari ricorrendo, così come disposto dalla Conferenza Stato Regioni, alla richiesta di moratoria di 36 mesi che la Regione può avanzare al Ministero dei Trasporti.  In tal modo il Porto di Brindisi resterebbe autonomo per i prossimi tre anni, consentendo alla nostra comunità di trovare le migliori soluzioni possibili.   Chiediamo quindi che Emiliano si muova in tal senso chiedendo subito al Ministero la moratoria di 36 salvaguardando gli interessi di Brindisi.

E’ questo il momento delle scelte. Emiliano deve passare dalle parole ai fatti. Stanzi i fondi per l’Università e per  l’emergenza rifiuti e chieda al Ministero la moratoria per il Porto.  
 
 
 
 
mercoledì 24 luglio 2024
SAN VITO DEI NORMANNI - Erika Fornaro, 36 anni, originaria di San Vito dei Normanni, sarà l'unica rappresentante italiana nel ruolo di arbitro internazionale di Taekwondo alle Olimpiadi di Parigi. Dal 7 al 10 agosto, ...
mercoledì 24 luglio 2024
"Le politiche messe in campo dalla Regione Puglia in questi ultimi anni sul tema dell’attrazione degli investimenti rischiano di essere compromesse da una politica nazionale miope che, pur di accentrare potere, ha smantellato un ...
mercoledì 24 luglio 2024
Il Partito Democratico di Brindisi esprime profonda delusione e preoccupazione per la gestione dell’amministrazione comunale riguardo al programma estivo degli eventi. Mentre realtà vicine hanno saputo attrarre visitatori ...
mercoledì 24 luglio 2024
  FASANO - A partire da mercoledì 24 luglio sarà possibile effettuare l’iscrizione al servizio di refezione scolastica per tutti gli alunni frequentanti le scuole dell’infanzia e primaria, a tempo pieno, del ...
mercoledì 24 luglio 2024
Si chiude con un saldo positivo per 566 unità il II trimestre 2024 per le imprese delle province di Brindisi e Taranto. Circostanza confortante, dopo i risultati non buoni dei primi tre mesi dell’anno in corso, ma resta il ...