Francavilla Fontana. La stagione teatrale si è chiusa col segno “più”.
venerdì 29 aprile 2016
Per la prima volta a Francavilla Fontana la stagione teatrale si è chiusa col segno “più”. In passato perdite per migliaia di euro. Bruno: “Com’è stato possibile? Non la invocano per questo una commissione d’inchiesta?”

Per la prima volta nella nostra storia la stagione teatrale a Francavilla Fontana si è chiusa con il segno “più” e con l’incasso che supera, e di ben 4mila euro, l’impegno di spesa. In passato non era mai accaduto. Anzi, si verificava l’esatto contrario, con il Comune costretto a sborsare più del previsto, con perdite che nel 2010 hanno sfiorato i 6mila euro, nel 2011 i 5mila euro, nel 2012 i 1.500 euro, nel 2013 i 3mila euro. Poi è arrivato il commissario e le perdite, guarda caso, si sono ridotte a 200 euro. Quindi siamo arrivati noi, che nel 2015 abbiamo dovuto ripianare soli 331 euro. E infine, quest’anno, non solo non abbiamo perso un euro, ma ne abbiamo risparmiati ben 4mila.

Perché questa sequenza di numeri? Per dimostrare che noi siamo più bravi di quelli che c’erano prima? Non è questo quello che ci interessa. Sicuramente siamo orgogliosi di aver offerto ai nostri cittadini spettacoli di altissimo livello, con attori e registi di fama nazionale come Luigi De Filippo, Monica Guerritore, Ugo Pagliai, Lello Arena. Ma non è questo il punto.

C’è un interrogativo che, davanti a queste cifre, sorge spontaneo: com’è stato possibile che per anni, dal 2009 fino all’arrivo del commissario prefettizio, si siano sempre e sistematicamente verificate perdite così clamorose? Com’è possibile che mentre noi in una sola stagione incassiamo 4mila euro in più rispetto al previsto, nelle passate amministrazioni si è arrivati a perdere quasi 6mila euro? E poi quasi 5mila euro, e poi 1.500 euro, e poi di nuovo 3mila euro.

Sono queste, a mio giudizio, domande che meritano risposte. Noi abbiamo rinunciato al privilegio dei biglietti omaggio riservati agli amministratori. Prima di noi questo non accadeva. Ma non credo sia tutta qui la causa di quelle incredibili e inspiegabili perdite. Sarebbe bello capire cosa sia esattamente accaduto per anni qui a Francavilla nel dietro le quinte del teatro. Possibile che io sia l’unico così curioso? Possibile che le opposizioni che invocano una commissione d’inchiesta un giorno si e l’altro pure, non abbiano nessuna voglia di indagare anche su questo? Attendo fiducioso.