Mercoledì 25 conferenza baco (banca del cordone ombelicale)
venerdì 20 giugno 2008

Mercoledì 25 giugno, alle ore 11.00,  presso Sala Convegni della “ASL BR1” sita al piano terra in Via Napoli 8, al rione Casale, si terrà la conferenza stampa per divulgare i risultati della raccolta di firme nella città di Brindisi e nella provincia per la petizione popolare per l’istituzione di una banca del cordone ombelicale.


Alla conferenza partecipano, tra gli altri, il direttore generale e il direttore sanitario dell’ASL BR; rispettivamente dott.ri Rodolfo Rollo ed Emanuele Vinci, e il presidente del Comitato Ba.C.O. dott. Francesco Cucci.


“L’istituzione della Banca del Cordone Ombelicale all’interno dell’ospedale ‘A. Perrino’ di Brindisi – dichiara il dottor Cucci - è un obiettivo di fondamentale importanza per l’intera comunità. Per il suo riconoscimento da parte della Regione Puglia e per avvalorare la volontà dei cittadini, si è resa necessaria una petizione popolare promossa dal Comitato Ba.C.O. acronimo di Banca del Cordone Ombelicale”.


Questa iniziativa ha fatto seguito alla Legge Regionale n° 24 del 3 Agosto 2006, in cui venivano emanate le norme di organizzazione del sistema trasfusionale regionale con le quali si disponeva che la Giunta regionale, su parere del Coordinamento Regionale alle Attività Trasfusionali ( CRAT ), doveva individuare le strutture trasfusionali cui affidare il compito di centro di riferimento per la conservazione delle cellule staminali da cordone ombelicale.


Successivamente, la Giunta regionale con Delibera n° 1400 del 3 Agosto  2007, su parere del CRAT, ha ritenuto idonei i Servizi di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale ( SIMT ) degli ospedali  “Sollievo della sofferenza” di San Giovanni Rotondo, “Policlinico” di Bari e  “A. Perrino” di Brindisi.


Con suddetto provvedimento, si autorizzava in prima istanza l’istituzione della ‘Banca’ presso l’ospedale di S. Giovanni Rotondo, rinviando solo, a breve-medio termine l’avvio delle attività per i SIMT di Bari .


Da qui la necessità di evidenziare la volontà in tal senso della comunità  di tutta la provincia brindisina.


Brindisi, 20 giugno 2008