Verso le amministrative brindisine. “Ore convulse” nelle coalizioni di Centro Destra e nel fronte moderato.
martedì 5 aprile 2016
Verso le amministrative brindisine.  “Ore  convulse” nelle coalizioni di  Centro Destra e nel  fronte moderato.

Il tempo stringe e le diverse coalizioni devono scegliere il proprio candidato sindaco. Al momento, le uniche candidature sicure sono quelle di Nando Marino (Centro Sinistra),  Riccardo Rossi (Sinistra- Per la Rinascita di Brindisi), Simona Pino D’Astore  (sostenuta da tre liste civiche). Per il resto, è tutto ancora da definire, tra primarie, tavoli, ultime riunioni, trattative. E non sono esclusi colpi di scena.
La coalizione di Centro Destra (al momento, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Noi con Salvini, a cui potrebbero aggiungersi due liste civiche) non ha ancora un candidato, che a questo punto potrebbe anche non essere più il socialista Vincenzo Guadalupi. Ieri  pomeriggio,  riunione interna in Forza Italia, in cui sarebbero stati messi sul tavolo diversi nomi, di professionisti, gente della società civile.

Voci sempre più ricorrenti parlano di una rinuncia definitiva alla candidatura di Guadalupi, e  il Coordinatore regionale del partito Luigi Vitali continua con il  “né confermo, né smentisco”.  Oggi ci dovrebbe essere un aggiornamento con le altre forze della coalizione, che sembrerebbero attendere più che altro le mosse di Forza Italia, ma altresì pronte  a presentare dei nomi.

Brindisi sera.it  ha ascoltato Cesare Mevoli, di Fratelli d’ Italia.  “La possibile candidatura di  Vincenzo Guadalupi è legata  indubbiamente ad una figura di un certo profilo – ha dichiarato Mevoli.  Persona per bene, e del resto non devo dire io chi è  Guadalupi.  Ma deve essere una figura ampiamente condivisa, su cui costruire un valido  progetto di rilancio della città.  Se non ci sarà condivisione su programmi e nomi, Fratelli d’ Italia potrebbe anche decidere di andare per proprio conto, non escludendo una mia candidatura”.

Sul versante della  “coalizione di fronte moderato” (costituita da Impegno Sociale,  Repubblicani, Conservatori  e  Riformisti,  Democratici per Brindisi, Noi  Centro) ci si prepara alle previste primarie del prossimo 10 aprile.  Ma anche qui non vi  sono sicurezze.  Noi Centro Ferrarese ha  il suo candidato, l’avvocatessa  Angela Carluccio; per quanto riguarda  Democratici  per Brindisi, è in pista il dott. Vincenzo Boccuni;  Antonio  D’ Autilia, poche ore fa, ha ulteriormente  confermato la propria partecipazione alle primarie  come candidato per i Repubblicani;  Impegno Sociale, al momento, non ha  ancora un candidato, dopo le ultime rinunce;  i Conservatori e Riformisti  tirano diritto sul giovane Pietro Guadalupi.

Ma  il paventato coinvolgimento (a sostegno della candidatura di D’ Autilia) dell’ ex   Sindaco brindisino Giovanni  Antonino in questa campagna elettorale, a quanto pare  non va proprio giù  a Massimo Ferrarese e ai  fittiani, che addirittura metterebbero in dubbio le primarie di coalizione.

Staremo  a vedere, intanto  in queste ore si sta svolgendo proprio una riunione  tra  queste forze politiche.


Articolo di  Ferdinando Cocciolo.