I Consiglieri regionali si autotassano per il Referendum NO Trivelle.
martedì 22 marzo 2016
I Consiglieri regionali si autotassano per il Referendum NO Trivelle. La soddisfazione di  Michele Emiliano e del capogruppo  Pd  Michele Mazzarano.   Una scelta che vuol rappresentare  un  preciso segnale, anche e soprattutto al governo  Renzi che praticamente ritiene inutile il referendum.

Nel corso del Consiglio Regionale pugliese, tutti i consiglieri decidono di autotassarsi per finanziare la campagna referendaria per il  NO alle Trivelle. La soddisfazione del Presidente Michele Emiliano: “Tutta la Puglia, senza distinzione di appartenenza politica, è per il Sì al Referendum, per la tutela del suo mare, per respingere le bugie di chi dice che il referendum è inutile. Una decisione importantissima e bellissima che mi rende orgoglioso di essere Presidente di questa Regione, e che dà ancora più forza alla nostra posizione. Da una parte, in sostanza, c’è una cattiva politica che invita all’ astensione. Dall’altra, la buona politica di chi, col proprio denaro, invita alla partecipazione. Grazie a tutti i consiglieri regionali, di ogni schieramento”.

Ed  esprime soddisfazione anche il capogruppo Pd regionale Michele Mazzarano:  “ la decisione del Consiglio Regionale di autorizzare un prelievo di almeno 1000 euro sulle indennità del mese di aprile dei consiglieri regionali per  finanziare le spese per questa campagna  referendaria è una pagina, senza precedenti, di buona politica. Abbiamo  scelto di batterci per difendere il nostro mare e per tutelare la nostra vocazione turistica,  e per farlo abbiamo deciso di non gravare sulle casse regionali, ma di autotassarci  volontariamente”.

Articolo di  Ferdinando  Cocciolo.