Curto: “l’Udc non puo’ limitarsi a condividere un candidato sindaco. O partecipa al confronto sulla sua individuazione, o fara’ da se”.
venerdì 11 marzo 2016
“Nell’ambito della riorganizzazione dell’Udc brindisina, e in previsione della delicata competizione elettorale che  vedrà impegnata la città di Brindisi, ho ritenuto di affidare a Raffalele Iaia il compito di coordinare la lista Udc  del capoluogo. Un compito molto oneroso in termini politici che però sono convinto Raffaele saprà svolgere egregiamente”.

Lo comunica in una nota, l’ex senatore Euprepio Curto, commissario provinciale Udc.

“Al contempo – ha poi aggiunto Curto – essendo già in corso di predisposizione  il nuovo esecutivo provinciale del partito, posso già comunicare che dalla  prossima settimana spero di potermi avvalere dell’apporto e del contributo  diretto di Paolo Chiantera, al quale affiderò, quale espressione del capoluogo, l’incarico di vice presidente provinciale Udc”.

“Sono questi – ha proseguito Curto – i primi ma importanti passi finalizzati ad un ruolo che l’Udc intende ritornare a ricoprire a  Brindisi, e che le già numerose e qualificate  disponibilità alla candidatura confermano inequivocabilmente”.

“Una fiducia – ha evidenziato  Curto – nei confronti dell’attuale Udc che assume ancora un maggior valore se si considera che al momento non è stata ancora individuata – e condivisa – la figura del candidato sindaco”.

“E proprio a tal proposito -    ha concluso l’ex senatore – una cosa deve essere chiara a tutti gli eventuali futuri partner: dato per scontato che il futuro candidato sindaco debba essere condiviso (ma potrebbe addirittura essere proposto) dall’Udc, non vi è dubbio che il partito che rappresento intende partecipare a pieno titolo anche alla sua individuazione. Non tenere conto di questo aspetto costituirebbe un grave errore. Per tutti”.