Processo e morte di Socrate. Film con Alfredo De Sanctis - (Brindisi 1867 - Firenze 1954)
giovedì 12 giugno 2008

venerdi 13 Giugno  ALLE ORE 15,40 sul canale televisivO IRIS (canale n. 25 del digitale terrestre captabile col decoder) andrà in onda il film del 194 ”Processo e morte di Socrate” .  Fra gli interpreti vi è l’attore brindisino Alfredo De Sanctis (1867-1954) nel personaggio di Critone.

Rara e forse unica occasione per ”conoscere” vivisamente una recita del nostro  attore al quale è intitolata una strada della nostra città. Socrate è interpretato dal grande Ermete Zacconi.         


(al.tar.)



La trama
Davanti al tribunale di Atene, Socrate viene processato con l’accusa di teorie blasfeme e corruttrici della gioventù, e condannato a morte, malgrado la sua autodifesa sia un modello di rigore logico e di passione civile.Dai Dialoghi di Platone, un film che alludeva sotterranemanente a modelli incompatibili col regime fascista. Ma la messinscena è prolissa e teatrale.


 
 
De Sanctis Alfredo (Brindisi 1867 - Firenze 1954), attore Suo padre, Pio, era Pulcinella capocomico in una compagnia di guitti, in cui De Santis svolse le più svariate mansioni: suggeritore, amministratore, primo attore. Nel 1886 entrò a far parte della compagnia di Cesare Rossi come generico; e successivamente fu primattore giovane per la compagnia Roncoroni, per la Di Lorenzo-Calamai, per la Paladini-Talli. Nel 1894 Francesco Garzes gli offrì il ruolo di primattore e recitò con Giovanni Emanuel, Eleonora Duse, I. Vitaliani. Attento alle correnti innovatrici, nel 1898 fondò il Teatro d’Arte a Torino, di cui gli fu offerta la direzione da Domenico Lanza. Nonostante i grandi attori (Cesare Dondini, Giacinta Pezzana) e la nobiltà dei testi proposti, l’istituzione crollò in pochi mesi. Divenne capocomico con una sua compagnia mettendo in scena un repertorio d’eccezione (Ibsen, Turgenev, Gor’kij, Shalom Aleichem, Brieux) . Per esigenze di popolarità affrontò anche lavori di più facile successo, tra i quali Il colonnello Bridau da Balzac, L’Aiglon di Rostand. Si ritirò dalle scene a settant’anni. Nel 1953 riprese l’attività fondando una nuova compagnia con cui presentò un suo cavallo di battaglia, Un curioso accidente di Goldoni.


 


Filmografia   


Il Re D’inghilterra Non Paga [1941]
Solitudine [1941]
Processo E Morte Di Socrate [1940]
Troppo Tardi T’ho Conosciuta [1939]
Il Corsaro Nero [1936]
Fanny [1933]