Caos Xylella, un gruppo di manifestanti blocca la superstrada Brindisi - Lecce
martedì 13 ottobre 2015

Caos Xylella. Una giornata molto movimentata, sul piano istituzionale  e a livello di proteste da parte di cittadini, movimenti, associazioni. Un gruppo di manifestanti, tra cui i No al Carbone Brindisi, hanno bloccato la superstrada Brindisi – Lecce.


 


Emergenza Xylella. Una giornata molto movimentata, sul piano istituzionale e a livello di proteste  da parte di cittadini, movimenti, associazioni, tra Bari, Brindisi, Lecce.


Andiamo con ordine. Il Tar del Lazio ha disposto praticamente lo stop del Piano Silletti, in sostanza il secondo piano, che prevede l’abbattimento in questi giorni di migliaia di ulivi. Ma, immediatamente, in fermento cittadini, movimenti, associazioni. Poche ore fa, un gruppo di manifestanti ha bloccato la superstrada  Brindisi- Lecce. Una protesta significativa, assordante, consistente, alla quale, tra l’altro, ha anche partecipato il Movimento No al Carbone Brindisi, particolarmente attento ad una problematica che sta mettendo i ginocchio il salento e non solo.


Ma non finisce qui.  A Bari, a margine del Consiglio Regionale pugliese (che ha tra l’altro ha deliberato importanti decisioni), protesta degli agricoltori che hanno anche bloccato le strade circostanti. Successivamente, gli stessi hanno incontrato il Presidente Michele Emiliano. Intanto, il M5S pugliese emette una nota stampa: 


“Non esiste alcuna certezza scientifica riguardo l’utilità delle eradicazioni. Le piante effettivamente infette sono percentuali risibilissime dei campioni prevelati. E intanto fioccano molti ricorsi, a Lecce, Foggia, Basilicata. Mentre il Presidente della Regione Puglia (che concordava con le nostre teorie in campagna elettorale) a luglio scriveva al Ministero per accelerare le procedure di eradicazione, noi oggi agiamo con forza per salvare gli ulivi del Salento, attraverso un ordine del giorno per la sospensione del piano. Le nostre iniziative: richiesta di audizione di ricercatori sul campo, un Consiglio Monotematico, una Manifestazione in difesa degli Ulivi domenica 25 ottobre “.


Articolo  di Ferdinando Cocciolo.