E’ emergenza abbandono micetti
lunedì 8 giugno 2015

“Se il comune insieme a noi ed alla ASL non avvia una seria azione di sterilizzazione di massa delle gatte delle colonie, incentivando altresì le sterilizzazioni dei gatti di proprietà non riusciremo mai a porre termine all'emergenza gattini abbandonati a Brindisi”


A parlare è Antonella Brunetti propresidente nazionale dell'Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente – AIDAA e responsabile della sezione dei Micetti di Brindisi che in questi giorni è alle prese con l'ennesima emergenza micini abbandonati. “Abbiamo il rifugio pieno, solo negli ultimi giorni abbiamo fatto sei recuperi, oltre una trentina di gattini salvati da morte certa nell'ultimo mese- continua la Brunetti- e da soli non possiamo farcela visto che tutte le spese sono a carico esclusivo della sezione di AIDAA Brindisi.


In questi giorni abbiamo salvato i gattini delle colonie del cimitero altrimenti destinati a morte certa, ma non possiamo andare avanti con la logica dell'emergenza altrimenti non ne usciremo mai”. L'appello alle istituzioni è forte e deciso: “Noi- continua Antonella Brunetti- corriamo ogni volta che ci chiamano ci prediamo carico dei gattini, ma ci aspettiamo risposte concrete in tempi rapidissimi dalle istituzioni comune in testa”. “Inoltre l'attività svolta è sempre stato a supporto della comunità, con finalità sociali legate alla sensibilizzazione e promozione cultura bio centrica e del rispetto-NON PUÒ ESISTERE CULTURA - continua Brunetti- senza l'interazione con il non- umano “.AIDAA- Micetti di Brindisi chiede al Comune una convenzione ed uno spazio per ospitare i gatti oggi tenuti in una struttura privata.


AIDAA-MICETTI DI BRINDISI chiede alle autorità brindisine di muoversi su due binari. Il primo promuovendo una seria campagna di sterilizzazione, e il secondo una mano diretta per sostenere la situazione che ogni giorno si fa sempre più drammatica e difficile. Si attendono risposte.