Esercitazione interregionale di ricerca persone scomparse
mercoledì 1 aprile 2015

Esercitazione interregionale di ricerca persone scomparse in superficie organizzata dal distaccamento di Fasano del Gruppo Cinofilo da Soccorso Le Orme di Askan, Associazione di Volontariato, e dal Corpo Forestale dello Stato di Martina Franca.



Il distaccamento di Fasano del Gruppo Cinofilo da Soccorso “Le Orme di Askan”, facente parte dell’U.C.I.S. (Unità Cinofile Italiane da Soccorso), in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato e l‘U.T.B. di Martina Franca, organizza dall’11 al 12 Aprile 2015 (dalle 8.00 alle 18.00) un’esercitazione per la ricerca di persone disperse in superficie presso la Riserva Naturale Orientata delle Murge Orientali in agro di Martina Franca.


Il coordinamento dei soccorsi sarà a cura del Corpo Forestale dello Stato nella persona del Commissario Capo dott. Giovanni Notarnicola, affiancato da un esperto delle Orme di Askan, Maurizio Teofili. Alle ricerche prenderanno parte squadre cinofile dell’associazione di volontariato e pattuglie  ippomontate del Posto Fisso CFS Galeone , in sella a cavalli di razza “murgese” L’intervento di ricerca, è tra i più complessi da gestire, esso prevede un protocollo di procedure e metodologie condivise , sia per la gestione delle risorse umane di natura eterogenea, sia per ridurre i tempi, della ricerca stessa al fine di raggiungere un esito positivo per le persone scomparse.

Per la Sezione Territoriale pugliese del Gruppo Cinofilo da Soccorso Le Orme di Askan, prenderanno parte alle ricerche l’unità cinofila composta da Klaus, labrador di 5 anni con il suo conduttore Carlo Apollo, nonché Presidente dell’ Associazione, e Teo, cocker di 6 anni assieme al suo conduttore, Marcello L’Erario. Saranno inoltre presenti circa 30 operatori tra unità cinofile delle forze dell’ordine e delle associazioni di volontariato provenienti anche dal Lazio, Umbria e Sicilia su un’aerea di circa 160 ettari  costituita in prevalenza da boschi di querce  a supporto delle attività di ricerca e di supporto per l’attività sanitaria di primo soccorso tra cui l’Associazione di Protezione Civile di Torchiarolo.


Sarà quindi una simulazione realistica con un significativo impiego di risorse, altamente specializzate non solo territoriali. I volontari dell’associazione Le Orme di Askan di Fasano avranno il compito oltre che di partecipare attivamente alle ricerche, di gestire, assieme agli agenti della forestale, tutto il necessario per la logistica e l’organizzazione dell’evento.



Motivazioni:
La necessità e i sempre più insistenti fatti di cronaca, dall'evento naturale a quello criminoso, hanno fatto si che si rendesse necessaria, tra le attività delle associazioni di volontariato della Protezione Civile, la presenza di volontari specializzati da impiegare per la ricerca delle persone scomparse o disperse in superficie con l’ausilio di unità cinofile, al fine di poter contribuire al servizio reso dalle forze dell'ordine e alla comunità vittima dell'evento.


“Un gruppo di 6 amici in un venerdì qualunque decidono di organizzare una gara di softair in un bosco nei pressi di Martina Franca. Raggiunto il posto i ragazzi si dividono in 3 squadre nascondendosi nel bosco per iniziare il gioco pur non conoscendo bene il luogo ed essendo sprovvisti di gps, carte topografiche e cellulari cosa che non permetterà loro di dare l’allarme .Non vedendoli rincasare il venerdì sera i genitori allertano le autorità del Corpo Forestale dello Stato di Martina Franca. Diramata la notizie alcune pattuglie individuano le auto dei ragazzi nei pressi della Masseria Galeone. In quei giorni, il Gruppo Cinofilo da Soccorso Le Orme di Askan sta effettuando un’esercitazione e quindi vengono allertate e coinvolte nell’operazione di ricerca. Si costituisce cosi il Centro Operativo di Coordinamento, come previsto dal Piano ricerca persone scomparse della Prefettura di Taranto, presso la Masseria Galeone Uomini, cani e cavalli insieme per una collaborazione attiva con un solo scopo: ritrovare i sei ragazzi”