Chiusura biblioteca provinciale brindisi.
sabato 28 marzo 2015

Sono Andrea Montanaro, studio ingegneria, corso magistrale al politecnico di Bari.

"Sono uno studente, un brindisino, universitario pendolare. Ci tengo alla mia città, ci tengo alle mie radici. Ma tengo anche molto al mio futuro.
La biblioteca come altri edifici pubblici provinciali sono in procinto di chiudere, io usufruisco quotidianamente di questi servizi e li ritengo fondamentali. Oggi si è tenuta la manifestazione contro la chiusura della Biblioteca Provinciale di Brindisi; abbiamo manifestato la nostra indignazione nei confronti di questo avvenimento, ma eravamo pochi. Mancava chi rappresenta l'istituzione locale e mancavano gli altri studenti come me, eppure sono andati persi dei posti di lavoro, un luogo in cui studiare, un centro culturale pieno di libri destinati ora a marcire.


La chiusura della biblioteca è un avvenimento triste, ma lo è ancora di più se lo si vede come un tassello, che rappresenta l'andazzo di questo e degli altri governi di questo paese. È inutile accontentarsi dei piccoli passi avanti che si fanno se, in fondo, quelli che si fanno all'indietro sono molto più grandi. Si dice di voler promuovere la cultura, il turismo, ma i fatti documentano il contrario. Penso che questo avvenimento sia un messaggio chiaro: volete noi giovani lontani da questa città e da questo paese.


A Brindisi manca l'Università, i posti in cui studiare, i mezzi di trasporto sono costosi e dovunque l'Università costa sempre di più e offre sempre di meno. La vita da studente è una vita difficile quanto quella di un lavoratore precario. Sono uno studente, un brindisino, universitario pendolare. Ci tengo alla mia città, ci tengo alle mie radici. Ma tengo anche molto al mio futuro: sono pronto a partire, per andare in un posto dove la gente come me viene tutelata, viene aiutata e viene avvalorata. Non sono uno che non ha lottato, che non lotta e che non si da da fare, sono uno che non ha voglia di sentirsi sconfitto perchè ho ancora molti sogni da realizzare."