Prove di intese definitive Forza Italia Nuovo Centro destra asse ritrovato Vitali- Ferrarese
giovedì 5 marzo 2015

Prove di intese definitive Forza Italia - Nuovo Centro Destra anche per le elezioni comunali. Asse ritrovato Luigi Vitali – Massimo Ferrarese (“c’eravamo tanto odiati”), con sempre la variabile Raffaele Fitto.


Prove di intese definitive Forza Italia - Nuovo Centro Destra anche per le elezioni comunali. E’ quanto confermato praticamente dall’attuale  Commissario    Regionale di Forza Italia (un suo comunicato stampa pubblicato a parte da brindisisera.it) Quindi iniziano “le grandi manovre”  parallele tra chi, in un recentissimo passato, se la sono anche date di santa ragione laddove, come a Brindisi, le due forze politiche sono in maggioranza (NCD) e all’opposizione ( Forza Italia).  E “asse ritrovato”  non solo tra Forza Italia e il  partito di Alfano, ma anche tra Luigi Vitali e Massimo Ferrarese. 


Un rapporto sempre contrastato, difficile, peggiorato soprattutto quando il Vice Coordinatore Regionale  NCD era Presidente  della Provincia di Brindisi.  E tutti si ricorderanno le tante critiche di Vitali all'operato di Ferrarese, ideatore del  “Laboratorio Politico”  Centro Sinistra  -  Udc – Noi Centro.


Ma la politica è  proprio strana e allo stesso tempo “affascinante”, perché mutevole da un giorno all’altro, di accordi, strategie, alleanze. E saranno naturalmente gli elettori a giudicare questo nuovo  asse che, secondo il Candidato alla Presidenza della Regione Puglia Francesco  Schittulli, sarà vincente.


Massimo Cassano (primo coordinatore regionale del Nuovo Centro Destra) l’ha  definito “un nuovo Laboratorio politico”,  Quel laboratorio tuttora esistente, ad esempio, nell’Amministrazione Comunale guidata da Mimmo Consales, ma c’è già chi giura  (soprattutto coloro che non sono molto d’accordo con  questa alleanza)  che avrà vita breve.  L’alleanza  Centro  Destra – Nuovo Centro  Destra rappresenta sicuramente, tra l’ altro, l’ennesima  “scommessa” di Massimo Ferrarese che,dicono i ben informati,  vuole anche dimostrare al Centro Sinistra  e agli ormai  ex “compagni di avventura” del Partito Democratico di saper    camminare da solo.    “Un ruolo da coach in un progetto vincente”  queste le sue dichiarazioni di due giorni fa, in cui conferma di non volersi candidare  direttamente alle Regionali.  Un progetto vincente  (glielo auguriamo) che tuttavia deve fare i conti con  figure forti, soprattutto quella  di Vitali e non solo.


Dunque “c’eravamo tanto odiati” in una coalizione che  aspetta sempre la “benedizione”  da parte di quel Raffaele  Fitto che rappresenta al momento una  “variabile  incandescente”.  Ma il prof. Francesco Schittulli sembra tranquillo. In fin dei conti è proprio lui “l’elemento cardine e di congiunzione” del  nuovo Laboratorio Politico.


Ma che non si parli molto di laboratori…. alla gente,  soprattutto a coloro non proprio convinti dall’ edizione numero  uno……


Editoriale di Ferdinando Cocciolo.