Inaugurata la mostra del giovane artista brindisino Andrea Maglie
domenica 1 marzo 2015

Inaugurata ieri sera a Brindisi, presso la Sede Unione Inquilini in Via Santa Lucia, 30, la mostra-esposizione del giovane artista brindisino Andrea Maglie. Il binomio con l’artista brindisina Marcella Carlucci.


In un territorio caratterizzato da una miriade di problematiche di natura sociale, occupazionale ed economica, e da polemiche e contrasti dentro una politica che evidentemente non vuole crescere, le positività provengono dalle risorse umane, da chi mette la propria passione e professionalità al servizio della comunità.


Teatro, Arte, Danza, Musica, organizzazione eventi. Una “bella pentola”, solo che questi “ingredienti” meriterebbero molto più spazio e attenzione, anche sul versante mediatico.


Ieri sera, presso la sede dell’Unione Inquilini a Brindisi in Via Santa Lucia, 30, è stata inaugurata la mostra – esposizione dell’ artista brindisino Andrea Maglie, dal titolo “Pensiero”. Andrea Maglie è un giovane brindisino (uno dei tanti) che ama la vita, il contatto umano, per lui “elementi vitali, volano di sostegno  per le sue grandi passioni (arte e pittura) che sono anche diventate professioni”.  La mostra  sarà aperta al pubblico sino al 3 marzo, ma ha già visto una significativa partecipazione da parte dei cittadini brindisini, e non solo esperti e appassionati di arte  e pittura. Perché, in ogni caso, l’arte, se soprattutto contestualizzata nei giusti ambiti, è consolidamento di cultura, quindi di sviluppo.


Tra i partecipanti all’iniziativa,  anche l’artista brindisina Marcella Carlucci, protagonista di diversi progetti, laboratori e rappresentazioni teatrali (anche e soprattutto per i bambini) inserite tra l’altro negli eventi organizzati dall’ Amministrazione Comunale di Brindisi. Marcella Carlucci ci racconta  del binomio   culturale e di esperienze che si è creato con Andrea Maglie: “Con  Andrea  si è da tempo creato  un rapporto di collaborazione artistica ma soprattutto umana.  Abbiamo in serbo progetti comuni, vi anticipo, tra l’altro, che sarà  interprete nel mio prossimo progetto teatrale “Il sogno del cigno”. Lui è una persona straordinaria, che può davvero dare tanto alla nostra città e al territorio. Un giovane artista, che si definisce autodidatta, che sta dimostrando tutta la sua sensibilità anche in questa sua mostra. In sostanza, egli da voce al proprio estro personale che già consente valore alla sua  stessa firma”.
Le donne sono al centro  della mostra del giovane brindisino. “Composte, superbe, regali, le donne simbolo di Andrea Maglie, come visioni, quasi  appaiono sulla tela per rivelare il bene e la luce dorata, di un mondo parallelo,"ideale".


Con sguardo profondo ed attento indagano il dato di fatto non solo per carpirne purezza concettuale, ma per sublimarne la sostanza attraverso il passaggio, rappresentato dal lungo collo.- corridoio, da una caduca e indefinita
dimensione così detta "reale" ad un sospetto di eternità”-  afferma Marcella Carlucci in una sua nota sull’ evento.


La mostra, non a caso, si svolge presso la sede dell’ Unione Inquilini di Brindisi. Uno spazio aperto, un luogo in cui ognuno, indipendentemente dalle proprie condizioni economiche, ma con capacità artistiche di spessore può esprimersi .


Articolo di Ferdinando Cocciolo.