Dieta mediterranea, “viagra” naturale. Una ricerca greca rivela come possa prevenire, o contrastare, i problemi legati alla disfunzione erettile
domenica 15 febbraio 2015

Che l’alimentazione potesse essere una componente essenziale per la nostra vita sessuale era già noto ma che fosse determinante per aiutare l'uomo sotto le lenzuola, specie quando si adotta la dieta mediterranea, ancora non era stato spiegato. A dimostrare i meccanismi che legano la dieta mediterranea ad una buona vita sessuale è uno studio condotto dal dottor Athanasios Angelis, cardiologo all'Hippokration Hospital di Atene.


Secondo la ricerca in questione, uno stile alimentare di tipo mediterraneo sarebbe in grado di prevenire e addirittura contrastare la disfunzione erettile maschile. E lo studio arriva ad azzardare che sarebbe meglio cambiare stile alimentare piuttosto che ricorrere a tutti i costi all'ormai famosa pillola blu. Dunque, via libera a cereali, frutta, verdura, frutta secca, olio di oliva, pesce e pollame. Ed andiamoci piano con carni rosse e concedersi, moderatamente, qualche bicchiere di vino rosso. Il tutto condito con un minimo di attività fisica.


Dietro questa semplice ricetta di uno stile sano di vita ci sarebbe il segreto per una vita appagante sotto le lenzuola. Ma perché proprio la dieta mediterranea? Perché è una delle diete più indicate per pulire i vasi sanguigni. E tra i vasi sanguigni più stretti vi sono proprio quelli del pene. Pulirli da eventuali agenti che possono ostruirli, porta a una positiva e soddisfacente vita sessuale. Come spiega il dottor Angelis:


"La dieta mediterranea è ben nota per essere una dieta sana, ed è associata alla longevità, al benessere, ad una minore incidenza di cancro e malattie cardiovascolari. E questo è molto importante, perché la gente può scegliere di seguire questo tipo di dieta per prevenire o ripristinare la propria salute vascolare".


Il ricercatore greco evidenzia come il Viagra funga da sostituto a tutta quella serie di sostanze che non può più produrre il corpo per via di un cattivo stato relativo alla salute vascolare. Ricorrere alla pillola blu potrebbe dunque essere un modo per ovviare all'impotenza, ma non al cattivo stato delle proprie arterie e vasi sanguigni. E il medico avverte, essendo i vasi sanguigni del pene estremamente sensibili a ciò che accade al resto del corpo, una disfunzione erettile può essere la base di un problema maggiore di salute. In definitiva, non sarebbe da sottovalutare o isolare alla sola vita sessuale.

sabato 15 giugno 2024
Il Partito Democratico di Brindisi esprime il più sentito ringraziamento al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per la sua visita a Brindisi e per aver scelto la nostra amata città come location per la cena ...
sabato 15 giugno 2024
Carissimi Fratelli e Sorelle dell’Arcidiocesi di Brindisi – Ostuni,nello spirito della reciproca collaborazione che contraddistingue il Cantiere Chiesa ove tutti siamo chiamati a essere Artigiani di Comunità nel segno ...
sabato 15 giugno 2024
  La mattinata sarà dedicata agli incontri bilaterali, seguiti dalla conferenza stampa di chiusura della Presidenza italiana, prevista per le 14:00. Nel frattempo, i leader delle principali economie mondiali hanno pubblicato ...
sabato 15 giugno 2024
A Fasano si è tenuta una marcia pacifica e partecipata, volta a sensibilizzare l'opinione pubblica su temi importanti quali le guerre, l'ambiente, la giustizia sociale.  L'iniziativa è stata promossa dal “Contro ...
sabato 15 giugno 2024
Nel pomeriggio di venerdì 14 giugno, due fratelli di 34 e 22 anni sono stati denunciati per resistenza a pubblico ufficiale dopo un violento alterco al Pronto Soccorso dell'ospedale Perrino di Brindisi. L'incidente è ...