San Lorenzo da Brindisi e la Baviera. A Brindisi 2° incontro culturale in attesa di Benedetto XVI
giovedì 8 maggio 2008

San Lorenzo da Brindisi e la Baviera”: è il tema del secondo incontro culturale organizzato dall’apposita Commissione guidata dal prof. Giacomo Carito, in preparazione alla Visita Pastorale di Sua Santità Benedetto XVI a Brindisi.


L’appuntamento, che rientra nel ciclo di incontri su “L’arcidiocesi di Brindisi –Ostuni. Storia luoghi e personaggi nella tradizione ecumenica”, si terrà domani venerdì 9 maggio a Brindisi presso il Salone San Michele della Basilica Cattedrale a partire dalle ore 18,30 e vedrà la partecipazione di fr. Costanzo Carnioni, ofmcap, dell’Istituto Storico dei Cappuccini in Roma.


Le conclusioni saranno affidate a S.E. Mons. Rocco Talucci, Arcivescovo di Brindisi-Ostuni.
L’iniziativa si svolge con l’adesione e l’apporto della Cattedra Laurenziana, dell’Associazione San Lorenzo da Brindisi e della Società di Storia per la Puglia – Sezione di Brindisi.


Per informazioni maggiori ci si può rivolgere alla segreteria organizzativa degli incontri (dott.ssa Antonella Golia 329 1668064 - dott.ssa Federica Santoro 335 6485322 - Fax 0831 522558 web site: www.brindisiweb.com/arcidiocesi)



Alcuni cenni su San Lorenzo da Brindisi
Giulio Cesare Russo nacque da Guglielmo Russo ed Elisabetta Masella il 22 luglio 1559. Allorché intraprese gli studi nelle scuole esterne dei Francescani Conventuali di San Paolo Eremita in Brindisi, era già orfano del padre, scomparso dopo il 1561 e prima del 1565. Tra il 1565 e il 1567 prese l’abito dei conventuali e passò dalla scuola esterna a quella per oblati e candidati alla vita religiosa. Trasferitosi a Venezia, il 18 febbraio 1575 gli è concesso l’abito francescano e gli è imposto dal vicario provinciale, padre Lorenzo da Bergamo, il suo stesso nome: da quel momento sarà padre Lorenzo da Brindisi.


La sua ascesa nell’ordine è rapida; nel 1589 è vicario generale di Toscana; nel 1594 provinciale di Venezia; nel 1596 secondo Definitore Generale; nel 1598 vicario provinciale di Svizzera; nel 1599 ancora Definitore Generale. In questo stesso anno è posto a capo della schiera di missionari che i cappuccini, su sollecitazione del pontefice, inviano in Germania. Il 24 maggio 1602, quasi all’unanimità, padre Lorenzo viene eletto vicario generale dell’ordine; con l’alta carica gli è affidato il compito di visitare tutte le province oltre le Alpi.

Nel triennio del generalato, il 1604, può tornare a Brindisi ove decide la costruzione di una chiesa sotto il titolo di Santa Maria degli Angeli con annesso monastero per le claustrali. Il 22 luglio del 1619 ambasciatore di pace, moriva in Lisbona. Padre Lorenzo sarà beatificato nel 1783 da Pio VI, canonizzato nel 1881 da Leone XIII, proclamato dottore della chiesa, col titolo di doctor apostolicus, nel 1959 da Giovanni XXIII.


Brindisi, 8 Maggio 2008