SNIM. “La difesa del mare e della sua biodiversità”. Questo il tema di un convegno organizzato dalla Lega Navale Italiana
sabato 3 maggio 2008

 “La difesa del mare e della sua biodiversità”. Questo il tema di un convegno organizzato dalla Lega Navale Italiana nell’ambito dei lavori sella sesta edizione del Salone Nautico del Salento.

Il tutto, alla presenza del senatore Fulco Pratesi, che conserva tuttora la carica di presidente onorario del WWF e resta uno dei più grandi conoscitori dei sistemi di tutela dell’ambiente. Ha parlato della difesa del mare e della sua biodiversità. Ha lanciato allarmi precisi sullo stato dei nostri mari, partendo dal riscaldamento dell’acqua che in alcuni momenti, nel Mediterraneo, raggiunge anche i trenta gradi, rendendolo inabitabile per tante specie di pesci e favorendo l’arrivo di specie tropicali che sono molto aggressive e che quindi stravolgono qualsiasi equilibrio.

Il riferimento è, ad esempio, alle balestre, ai barracuda ed ai pesci palla. Quanto all’amore per il mare, Pratesi è convinto che i giovani vanno portati in acqua ma illustrando prima nei dettagli le biodiversità marine, con il loro fascino e con le loro ricchezze. Infine, un riferimento alle riserve marine che non sono campane di vetro ma fonte di ricchezza per la gente che vive sulle coste.

Quanto allo stato del mare a Brindisi. Pratesi ha rilevato una fioritura eccessiva di spirografo davanti alle banchine. E questo è un segnale preoccupante del riscaldamento e dell’inquinamento del mare.


Brindisi, 3 maggio 2008