Consiglio Comunale Monotematico, politica brindisina spaccata
venerdì 28 novembre 2014

Alla vigilia  del Consiglio Comunale Monotematico sull’ illegalità  e l’Ordine Pubblico la politica  brindisina  si è spaccata. Di chiacchiere ne sono state fatte tante. Ci vogliono  fatti  ed  anche una politica diversa, per combattere ogni forma di illegalità.


L’ ultimo episodio  accaduto, la devastazione degli spogliatoi del Palamelfi a Brindisi  in Via Ruta al Casale (dove tra l’ altro è impegnata la squadra New Volley di cui è Presidente il Consigliere Comunale Toni Muccio, alla quale va la solidarietà della redazione di brindisisera.it) è da prendere come emblema del fatto che questa città sta sempre più cadendo in un baratro di perdita di valori, di comunità, di buone azioni.


Criminalità, mini criminalità, atti delinquenziali, stanno rovinando l'immagine di una città che invece ha grandi risorse, soprattutto umane, che non meritano questo. In teoria, ognuno di noi può essere vittima di dispetti, attentati intimidatori, incendiari, ecc..... E anche la politica, alla vigilia di un monotematico sull' illegalità tuttavia disertato dalle forze di opposizione, si faccia un serio esame di coscienza.


Bisogna proprio dirlo: Illegalità è anche affidare, come è avvenuto, ruoli importanti e strategici a chi è per natura un incapace o un affarista, illegalità è non far nulla per salvaguardare posti di lavoro, illegalità è continuare a fare promesse a destra e sinistra a persone oneste.... La  non buona politica, la società, hanno creato, anche, indirettamente, "mostri" e sul disagio sociale si deve lavorare.. per ripristinarlo verso la retta via del vivere comune e del benessere. 


Il tanto atteso Consiglio Comunale monotematico sull’ ordine pubblico che si terrà nel primo pomeriggio al Teatro Verdi, ma la politica brindisina, immancabilmente, si è spaccata. Da una parte , di fronte al Vice Ministro dell’ Interno, vi sarà l’ intera maggioranza  di Centro Sinistra- Nuovo Centro Destra. Dall’ altra, vi saranno  sedie vuote, rappresentate  dal già annunciato forfeit di Brindisi Bene Comune e le forze di Centro Destra.  “Temiamo la solita passerella”, questo in sintesi il pensiero  dell’ opposizione.


Ma, al di là della politica, sono i cittadini brindisini fortemente preoccupati, in ansia per una situazione che vede ogni giorni spiacevoli episodi. Quei cittadini che, appunto, non vogliono passerelle, ma soluzioni e proposte concrete, a costo anche  di vari consigli monotematici ma fruttuosi. Di passerelle, chiacchiere, e  politiche incapaci di combattere l’ illegalità, ne abbiamo  subite e sin troppo.   Si deve capire che le illegalità prendono piede in varie forme  e vanno combattute  tutte…..

Editoriale  di Ferdinando Cocciolo.