Torchiarolo. La civiltà contadina raccontata in una mostra
sabato 26 aprile 2008

“Stralci di Vite. I luoghi, il dono, la memoria” è il titolo della mostra che, attraverso la costruzione di un percorso storico multimediale permetterà ai visitatori, attraverso immagini video e audio, di rivivere memorie disperse, mestieri e suoni in estinzione.


L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto Interreg III A Grecia – Italia 2000 – 2006 che vede coinvolto il Comune di Torchiarolo con il Comune di Agnanta con l’obiettivo di valorizzare e promuovere il patrimonio culturale dei due paesi.


Per la realizzazione della mostra è stato indispensabile il coinvolgimento diretto degli abitanti di Torchiarolo, attraverso processi di partecipazione attiva per costruire e condividere un patrimonio comune.


Obiettivo della mostra è far conoscere il territorio e le tradizioni culturali.
Attraverso delle installazioni video e audio sarà possibile ammirare i metodi di potatura degli alberi di ulivo e delle vigne; la costruzione delle focare in onore di S. Antonio e San Biagio; la realizzazione dei “panari” e la preparazione di dolci tipici della pasqua come la “panareddhra” di Torchiarolo e la kulurakia pascalinà di origine greca; tanto altro ancora c’è da scoprire in questa mostra che cattura il visitatore e lo riporta indietro nel tempo a rivivere momenti di vita legati alla tradizione contadina.


Lo spazio espositivo della mostra è presso la sala “Frizzoli” (ex Casa Municipale) in Piazza Municipio. La mostra è stata ideata e organizzata dalla dott.ssa Contaldo Mariateresa con la direzione artistica di Antonio De Luca (scultore sonoro) e Ingrid Simon per la documentazione  video.


Giorni di apertura: Ogni venerdì, sabato e domenica dalle ore 18.00 alle ore 21.00. Ingresso libero.


Per visite su prenotazione: 340.2691636.
www.comune.torchiarolo.br.it
www.myspace.com/stralcidivite
e-mail: info.interreg@comune.torchiarolo.br.it