Resistenza e minacce aggravate. Arrestati due nigeriani
lunedì 20 gennaio 2014

Nella serata di ieri, presso il centro di accoglienza richiedenti asilo di  “Restinco”, personale della Questura ha  tratto in arresto due nigeriani ospiti del centro,   Elimihanon Kelvin   25 enne  e Sheidu Buhari 18 enne,   entrambi richiedenti asilo politico,  resisi  resposabili  di  “resistenza e minacce aggravate”  il primo e di “resistenza, violenza e lesioni a p.u.” il secondo.   


Gli stessi,  unitamente ad altri loro connazionali,  rientrati nel centro in evidente stato di ebbrezza alcoolica, avevano inveito contro il personale addetto alla vigilanza  e innescato una rivolta sollecitando  a gran voce l’intervento di altri loro connazionali.    Una ottantina  di questi  accerchiava e aggrediva con calci e pugni gli addetti alla vigilanza costretti ad arretrare e a cercare di  raggiungere il corpo di guardia.  Grazie all’intervento degli ospiti  di altre nazionalita’  a difesa degli operatori di polizia, questi riuscavano a sottrarsi  alla violenta aggressione  consentendo nel frattempo di fare confluire sul posto altro personale di rinforzo. A questo punto la maggior parte degli ospiti rientravano nei propri moduli abitativi ad accezione di un ristretto gruppo di nigeriani, tra i quali i due arrestati,  che continuavano con gli atteggiamenti aggressivi e violenti anche nei confronti di personale delle volanti intervenuto in ausilio.  Una  volta ristabilito l’ordine,  i due nigeriani arrestati, sono stati associati presso la locale casa circondariale a disposizione della A.G. che e’ stata informata.  Tra gli operatori  e’ stato ferito solo lievemente un  militare del B attaglione San Marco.