Firenze-Brindisi= 75-79. Il dopo partita
domenica 30 marzo 2008

Alejandro Muro (guardia): “Abbiamo giocato malissimo ma siamo riusciti a ottenere un’altra vittoria che ci mantiene in vetta alla classifica. Nonostante tutto non ci siamo disuniti anche nei momenti peggiori della gara ed abbiamo avuto lo spirito giusto per non mollare, credendoci sino alla fine. Dopo aver rincorso sempre il Firenzre, avremmo potuto vincere al quarantesimo minuto giocando l’ultimo pallone così come avremmo potuto chiudere la disputa quando siamo andati a più dieci a metà del supplementare ed invece abbiamo dovuto stringere i denti sino agli ultimi secondi: non importa. Come detto, i due punti in classifica contano più di tutto”.


Daniele Parente (play): “Ci ricorderemo di questa partita non perché sia stata da noi giocata bene, anzi. Molta tensione, tanto agonismo e il risultato sempre in bilico. Non eravamo nelle migliori condizioni atletiche e questo credo debba dar più valore al risultato ottenuto contro un avversario determinatissimo. Ora cercheremo di ritrovare la tranquillità e la forma necessaria perchè domenica sul nostro campo ci sarà un’altra sfida delicatissima.”


Antonio Corlianò (presidente): “Sono molto soddisfatto per questa grande vittoria, ottenuta con grinta e determinazione al cospetto di un Firenze che non merita assolutamente di occupare gli ultimi posti in classifica. La Prefabbricati Pugliesi era giunta in Toscana con alcuni giocatori in non perfette condizioni (Parente e Cardinali) e con Feliciangeli costretto a trascorrere gran parte della settimana a Roma per gravi motivi familiari; poi non sono mancati gli infortuni nelle concitate fasi di gioco. Forse proprio per questo la squadra ha fatto gruppo più del solito ed ha ottenuto una vittoria ancora più bella e importante. Un plauso, inoltre, al nostro grandissimo allenatore. Sono certo che domenica prossima, all’uscita dei ragazzi dagli spogliatoi per affrontare il Trapani, il pubblico del palasport Pentassuglia tributerà loro un incoraggiamento ancora più forte quale riconoscimento per la vittoria ottenuta stasera che è frutto dell’attaccamento di tutti ai colori sociali”


Antonello Corso (direttore generale): “Non nascondo l’emozione per 45 minuti vissuti col cuore in gola: la gioia finale è stata perciò più grande. Bravi i giocatori a non mollare mai e a crederci sempre; facendo eco al presidente Corlianò, rivolgo un complimento anche al coach Giovanni Perdichizzi che ha sempre mantenuto la calma e la lucidità per guidare i suoi ragazzi ad una vittoria che vale doppio. E’ un grande tecnico e un grande uomo che ha dato carattere, forza e morale alla squadra: la vittoria di oggi, difficilissima da ottenere, è il giusto corollario al suo grande lavoro svolto per noi negli ultimi due mesi e mezzo e che ha determinato sinora nove partite vinte di seguito.”


 Redazione www.newbasketbrindisi.it