New Basket settima vittoria e si issa in cima al campionato.
lunedì 10 marzo 2008

Nel solito magnifico scenario di un palaPentassuglia, come al solito, tutto esaurito, la New Basket ha battuto un coriaceo Latina che ha affrontato la trasferta brindisina con la ferma intenzione di non mollare mai.





Minuto di silenzio  per ricordare i poveri operai del truck center di Molfetta, il PalaElio si è stretto in uno splendido  ideale abbraccio ideale con le famiglie delle vittime e la Prefabbricati Pugliesi ha voluto affidare alle mani di tre giovani atleti di una squadra di basket molfettese un mazzo di fiori da deporre sul luogo della tragedia che ha tanto colpito il mondo del lavoro, e non solo, pugliese.


Ma torniamo alla partita, una partita cattiva ma intensa, tutta giocata sul piano fisico che arbitri compiacenti hanno diretto sul filo delle regole consentendo per lunghi tratti un gioco fatte di manate, spinte e di veri corpi a corpo sotto canestro una sorta d’antipasto di una vera e propria partita da playoff che gli uomini di coach Zanchi hanno interpretato alla perfezione, dovendo sopperire alla mancanza di un giocatore del calibro di Lele Mocavero, calorosamente accolto dai suoi ex tifosi che ancora lo rimpiangono.


Ma se c’è una differenza fra il Brindisi dello scorso campionato e questo del nuovo coach Perdichizzi, sta proprio nel fatto che questi ragazzi in questo clima ci sguazzano, come pesci nell’acqua, ne è venuta fuori una partita al calor bianco che non sarà stata bella sul piano dello spettacolo tecnico, ma sicuramente avvincente e dove il carattere e la voglia di vincere di capitan Parente e compagni ha fatto la differenza.


Michele Cardinali su tutti, mvp della partita, 24 di valutazione in 26 minuti giocati: 6 palle recuperate, 13 i punti messi a segno una difesa asfissiante in ogni parte del campo, al pari di Muro che in una serata di luna storta al tiro , [ Brindisi ha tirato da tre con un misero 4/18 (22%) frutto anche di una di una grandissima difesa ordinata da coach Zanchi], si è saputo sacrificare mettendosi al servizio della squadra.


Certo al momento Brindisi è squadra leggerina, specie nei suoi lunghi, e per Muro e Plateo prendere buoni blocchi è sempre molto difficile, così come pare difficile saper costruire buoni taglia fuori a rimbalzo, che continua a restare una nota dolente nello scout della New basket, sono stati 29 i rimbalzi dei brindisini contro i 37 di una squadra che mancava del suo miglior rimbalzista.


Che questo problema sia sicuramente legato alle scelte fatte d’estate è fuor di dubbio, ma sarebbe il caso di tentare un ultima correzione in corsa per evitare di dover essere costretti a fare affidamento sempre e comunque alla determinazione e il cuore, quando forse scelte tecniche più azzeccate possono mettere la squadra di trovare soluzioni meno dispendiose sul piano fisico.


Mancano 5 giornate al termine di questo girone, poi inizia il campionato che conta, Brindisi è tornata il testa alla classifica al pari di Osimo, Trapani e Siena, ormai i valori si sono definiti, speriamo che fine marzo porti ai Brindisini quel valore aggiunto che farebbe guardare con maggior serenità al futuro.


Raffaele Mauro


New Basket Brindisi – Ass. Latina 68 – 57


New Basket Brindisi: Muro 13, Parente 8, Santoro, Plateo 2, Vetrone, Feliciangeli 8, Cardinali 13, Li Vecchi 18, Prelazzi 6. All. Perdichizzi


Tiri da due 17/33 (52%); tiri da tre 4/18 (22%); tiri liberi 22/25 (88%) Rimbalzi off, 10,rimbalzi dife. 19; Palle rec. 22; perse 14; falli subiti 24, fatti 20


Ass. Latina Bondatti, Svoboda 6, Bisconti 12, Quaroni 13, Pilotti 2, Ochoa 18, Rabaglietti 6
All. Zanchi.


Tiri da due 14/33 (42%); tiri da tre 7/18 (39%) tiri liberi 8/11; rimbalzi off.14, difensivi 23; p.p.21; p.r. 14 ; falli fatti 24, subiti 20