Ho fatto un sogno! Wellcome to Brindisi”...
venerdì 26 ottobre 2007

Brindisi, 26 ottobre 2007. Ho fatto un sogno! Le strade della città piene di turisti carichi di pacchi e pacchettini. Il lungo mare pieno di yacht attraccati e i locali pieni di giovani e di famiglie con bambini. Concerti ad ogni angolo di strada. Totale assenza di smog, totale assenza di ciminiere, ma solo spiagge bianche, tante spiagge, pinete e tanti piccoli alberghi a conduzione familiare e tante attrazioni...balli ecc. Campi coltivati di ogni sorta di ben di Dio. Poi tanti stabilimenti vinicoli, con tanta gente che vi lavorava e tanta gente che degustava ed acquistava... Commercianti gentili, con lo sguardo felice e disteso (si vedeva proprio che gli affari gli andavano benissimo) .


Poi ho sognato che il comune era una grande casa aperta a tutti, gli assessori parlavano perfettamente l’italiano ed erano affabili e disponibili con tutti. Poi la cosa che mi ha lasciato quasi senza fiato...la mancanza di strisce blu: non c’era la multiservizi!  Nemmeno negozi cinesi! Ogni palazzo aveva dei grandi pannelli solari...che meraviglia, come si respirava bene. Aiuole fiorite e giardini curati ovunque.


La gente per strada parlava a voce bassa e non bestemmiava ne morti ne santi e ne madonne...che meraviglia. Gente ben vestita, niente mutande fuori dai jeans, niente cafoni di estrema periferia... Sorpreso e meravigliato, ho pensato di essere nel paese delle meraviglie...Non ero comunque Alice... Invece all’ingresso della città c’era il cartello ”wellcome to Brindisi”...pazzesco ero felicissimo, quando ad un tratto ho sentito un forte bruciore allo stomaco, come un reflusso gastro-esofageo...e mi sono svegliato!


Caro direttore non mangi mai i peperoni alla pizzaiola prima di andare a letto!....fa brutti scherzi e fa sognare troppo!